Covid: Federalimentare, nell'export resistono pasta e riso

Con pandemia cambiati trend e tendenze acquisti

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 24 GEN - La seconda ondata della pandemia ha inferto un duro colpo all'economia italiana e mondiale ma l'export del food and beverage made in Italy resiste anche grazie a prodotti versatili ed economici, come la pasta e il riso.

Sono le conclusioni di un'analisi di Federalimentare su dati Istat per quanto riguarda l'export alimentare dell'Italia nel mondo.

Lo studio sottolinea come le esportazioni dell'industria alimentare italiana nel mondo ci dicono molto su come sono recepite le nostre eccellenze all'estero, quali sono i cibi più richiesti e anche i trend e le tendenze che cambiano negli anni.

I più tradizionali e economici alimenti della dieta mediterranea aiutano a calmierare il carrello della spesa, con incrementi sui 10 mesi 2020 pari al +15,6% per la pasta e al +12,0% per il riso. Mentre scendono vini (-8,4% in valore) e acque minerali (-8,5% in valore). Risultato, spiega Federalimentare, dovuto anche al fatto che il canale Horeca è chiuso in tutto il mondo.

Tuttavia, superato questo cavo d'onda, secondo l'analisi, la qualità dell'offerta alimentare nazionale aprirà immediatamente nuovi e premianti spazi di mercato, come avvenuto negli ultimi anni. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie