Correre fa bene alla schiena, la spina dorsale è in salute

Sfatato un mito, il beneficio e' indipendente dai chilometri percorsi

Redazione ANSA ROMA

 Le persone che corrono regolarmente, anche per pochi chilometri alla settimana, hanno una spina dorsale più sana e meno a rischio di ernie del disco rispetto a chi è sedentario. Lo ha scoperto uno studio pubblicato dalla rivista Scientific Reports dell'australiana Deakin University che sfata il mito che correre possa essere un problema per la schiena. 
    Per la ricerca sono stati reclutati 79 adulti, uomini e donne, due terzi dei quali corridori abituali, che sono stati divisi in tre gruppi sulla base delle distanze percorse (più di 50 chilometri a settimana, tra 20 e 30 e nessun esercizio). A tutti è stato dato un accelerometro per una settimana per verificare l'esatta quantità di esercizio svolto, e la salute della schiena è stata studiata con una risonanza magnetica. Nei corridori, indipendentemente dalla quantità di chilometri percorsi, i dischi intervertebrali sono risultati più grandi e con una maggior quantità di fluido all'interno rispetto ai sedentari. "Entrambe queste misure - sottolineano gli autori - sono indice di migliore salute, quindi si può concludere che chi corre ha una spina dorsale più in forma".
    In un altro esperimento i ricercatori hanno studiato dieci persone che camminavano su un tapis roulant, verificando che anche una camminata veloce, a circa sette chilometri all'ora, è sufficiente a garantire dischi più in salute. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA