Leggere libri ogni giorno migliora la pagella dei bambini

La lettura di fumetti non ha lo stesso effetto sui voti

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 28 FEB - Leggere tutti i giorni un libro migliora le performance scolastiche, non solo nelle materie umanistiche ma anche in quelle scientifiche. Lo suggerisce uno studio condotto tra Università di Malaga e University College di Londra, pubblicato sulla rivista Oxford Review of Education. Lo studio ha coinvolto oltre 43 mila bambini di 10-11 anni, il cui livello di apprendimento è stato seguito fino ai 13-14 anni. I ricercatori hanno esaminato frequenza e qualità delle letture dei bambini. È emerso che chi legge libri tutti i giorni o quasi vede crescere la media dei propri voti di 0,22 punti, che equivale ad un aumento del livello di istruzione ottenibile in tre mesi di scuola media, ovvero il 10% dello sviluppo scolastico dell'intero triennio delle scuole medie.
    L'aspetto fondamentale della scoperta è che una lettura non vale l'altra: la lettura di fumetti, riviste o altro non sortisce lo stesso effetto positivo sulle performance scolastiche di bambini e ragazzi. Inoltre che la lettura frequente di libri influisce positivamente anche sui voti a matematica oltre che nelle materie umanistiche.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA