Malagrotta: Maire Tecnimont, abbiamo un piano per Roma

Di Amato, quei rifiuti come 30 milioni di tonnellate di petrolio

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 22 GIU - "A Malagrotta noi vediamo il petrolio del terzo millennio, per altri evidentemente è un problema", afferma il presidente di Maire Tecnimont, Fabrizio Di Amato, che ha un piano per usare i rifiuti per fare idrogeno per la mobilità e altri prodotti. "Ci aspettiamo che ci sia la possibilità di presentare questo piano e che sia valutato insieme anche ad altre proposte", osserva Di Amato al primo appuntamento del roadshow di Ey Imprenditori d'Italia.

"Si parla di 90-100 milioni di tonnellate di rifiuti, è provato che un terzo di quello che in questi rifiuti è assimilabile a petrolio. Quindi è come dire che a Malagrotta ci sono 30 milioni di tonnellate di petrolio senza necessità di perforare sottoterra", spiega Di Amato. "Noi in Italia consumiamo 20 milioni di tonnellate di petrolio all'anno quindi - calcola - se noi immaginassimo di utilizzare tutto quel 'petrolio' recuperato dai rifiuti, tutto il sistema potrebbe andare avanti per un anno e mezzo". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA