La Rifiuthlon conquista gli 'eco-moschettieri' in Sardegna

La raccolta di rifiuti ludica e a premi fa il giro dell'isola

Redazione ANSA

La Rifiuthlon, la gara di raccolta rifiuti a premi, ideata da Aics Ambiente per avvicinare i più giovani alle tematiche ambientali, conquista la Sardegna. Nell'estate della ripartenza, l'isola non dimentica la sostenibilità e sono tantissimi i comuni che hanno richiesto di diventare tappa del Rifiuthlon Hybrid Tour, afferma l'associazione italiana cultura e sport. Dopo aver toccato nei mesi di giugno e luglio Porto Liscia, Sassari, Carloforte, Sant'Antioco, San Basilio e Vallermosa, la Rifiuthlon farà tappa il 6, 7 e 8 agosto rispettivamente Castelsardo, Santa Teresa di Gallura e Alghero, dove ad attenderla ci sarà un piccolo esercito di giovanissimi aspiranti "moschettieri dell'ambiente". In ogni tappa del Rifiuthlon Hybrid Tour (che si muove sulle ruote di una Clio ibrida offerta da Renault alla manifestazione) sono infatti i cittadini e turisti più giovani i veri protagonisti. "A loro - spiega l'Aics - vengono consegnati in ogni tappa degli stick con pinza, delle pettorine e delle sacche di cotone per la raccolta di piccoli rifiuti. Ma alla fine della gara tutti i partecipanti vengono premiati per il loro contributo alla tutela dell'ambiente con una medaglia che attribuisce loro il titolo appunto di 'moschettieri dell'ambiente'". "Ovviamente - spiega il presidente di Aics Ambiente, Andrea Nesi - non si tratta di una vera gara. E al termine, oltre alle medaglie per tutti, c'è sempre una ulteriore premiazione, che in modo giocoso e divertente aiuta ad acquisire informazioni importanti per il rispetto dell'ambiente. La Rifiuthlon non è insomma un'attività di pulizia di un sito/area ma un sistema formativo integrato per giovani cittadini. Un gioco d'estate che semina la sostenibilità del futuro", conclude Nesi che fa appello ai genitori perché aiutino i figli a partecipare all'iniziativa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie