Rifiuti: Gruppo Marazzato apre polo tecnologico nel Torinese

Convenzione con Politecnico per trasformare scarti industriali

Redazione ANSA TORINO
(ANSA) - TORINO, 20 NOV - Il 'Gruppo Marazzato', storica azienda vercellese leader nl settore ambientale, apre a ricerca e sviluppo. E inaugura, in un'area industriale acquisita nel 2017, il Polo Tecnologico di Villastellone, nel torinese, dedicato alla sperimentazione di soluzioni avanguardistiche sostenibili per mutare gli scarti industriali in materie prime "grazie a una preziosa convenzione stipulata con il Politecnico di Torino". Lo afferma Eleonora Longo, 26 anni, ingegnere novarese Coordinatrice del Team targato 'Marazzato' di professionisti composto da Ivano Bosi, amministratore delegato di 'Azzurra Srl', società del 'Gruppo' che gestisce l'impianto, la biologa Stefania De Pandis e l'ingegnere chimico Maurizio Anlero.

"E' grazie a loro - spiega Eleonora Longo - che si è potuto dar luogo al progetto di sviluppo impiantistico del trattamento chimico-fisico biologico più che raddoppiandone la portata: dagli iniziali 50mila metri cubi annui sino ai 105 mila attuali quale volume complessivo di rifiuti trattati liquidi, pericolosi e non. E procedere così a vele spiegate con il traguardo ambito di fare della struttura un punto innovativo e di riferimento in Italia di materia di Best Available Technologies, ovvero procedimenti ultra avanzati applicati al mondo dei rifiuti liquidi industriali". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie