I ragazzi di Fridays For Future agli Stati generali

Chiedono al governo un #RitornoAlFuturo

Redazione ANSA

Fridays For Future chiede al governo un #RitornoAlFuturo. I giovanissimi attivisti del movimento dei giovani per il clima, nato sulle orme della svedese Greta Thunberg, sono agli Stati Generali dell'Economia voluti dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. "La transizione ecologica è l'unica strada percorribile per rialzarci dalla crisi economica e, al contempo, prevenire nuove e più terribili tragedie - dicono i ragazzi - e non possono esserci interessi economici che tengano di fronte al futuro di noi giovani".

Italia 100% rinnovabile, stop ai combustibili fossili, mobilità collettiva, elettrica e gratuita; riduzione del consumo di carne; basta accordi di libero scambio: "queste sono le proposte della scienza abbracciate da giovani - spiegano - e queste sono le ricette che, a detta di larga parte del mondo economico, possono creare occupazione, redistribuire ricchezza, finanziare il welfare state. "EcoBonus e Reddito Energetico sono primi, timidissimi passi - continuano dal movimento - ma impallidiscono di fronte a quanto l'Italia spende ogni anno in sussidi ai combustibili fossili e in progetti dannosi e fuori tempo massimo come la Tap o la metanizzazione della Sardegna. Abbiamo solo 8 anni per invertire la rotta, e l'Italia può guidare il mondo nella transizione".

La delegazione dei Fridays For Future è guidata da Lavinia F., attivista di quattordici anni e referente di Fridays For Future Roma. Ai presenti al tavolo distribuite copie dell'ultimo report IPCC e del programma di #RitornoAlFuturo, mentre sulle slide viene proiettato un countdown con il conto degli anni che mancano alla fine del budget carbonico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie