Terna e Sacro Convento di Assisi, intesa per la sostenibilità

Firmato un accordo "per soddisfare comuni esigenze"

Redazione ANSA

Terna e il Sacro Convento di Assisi insieme per migliorare la sostenibilità ambientale ed energetica del complesso monumentale umbro. 

Firmato oggi dal Custode del Sacro Convento di Assisi Padre Mauro Gambetti e dall'amministratore delegato e direttore generale di Terna Luigi Ferraris un protocollo d'intesa relativo alla collaborazione tra la Custodia generale del Sacro Convento di San Francesco dei Frati Minori Conventuali e la Società che gestisce la rete elettrica nazionale. Conferma - viene sottolineato in un comunicato congiunto - la volontà di mettere in campo una serie di azioni in ambito di sostenibilità che soddisfino le comuni esigenze. Terna contribuirà - tramite Terna Energy Solutions (la società del Gruppo responsabile dello sviluppo di nuovi business orientati al supporto della ottimizzazione energetica e della transizione energetica) - allo sviluppo di un progetto di sostenibilità del complesso monumentale della Basilica di San Francesco di Assisi attraverso iniziative e interventi finalizzati a migliorare la sostenibilità energetica e ambientale. La partnership è finalizzata a realizzare opere di riqualificazione ambientale e perseguire obiettivi di sicurezza, efficienza e sostenibilità energetica del Sacro Convento. Con gli interventi programmati il Complesso Monumentale di Assisi diventerà un polo riferimento anche a livello di sostenibilità sia per i residenti che per i pellegrini.

Nell'ambito del progetto "fra' Sole", con l'obiettivo di ottimizzare al massimo i consumi e l'efficienza energetica del polo monumentale di Assisi, l'accordo prevede la realizzazione di diverse opere e impianti come l'installazione di un trigeneratore, capace di generare calore in inverno e freddo in estate ed elettricità per le necessità del convento e per la ricarica dei veicoli elettrici ad uso dei residenti. In particolare, consentirà di evitare 35 tonnellate di CO2 in un anno, mentre l'installazione di due colonnine fino a 22 kW di potenza ciascuna permetterà la ricarica elettrica contemporanea fino a quattro veicoli elettrici o ibridi plug-in all'interno di un'area di 800 metri quadri adibita al posteggio dei mezzi utilizzati dai frati, dal personale dipendente e dai visitatori ospiti.

Rientra nel progetto anche il monitoraggio energetico del Sacro Convento lato termico ed elettrico, attraverso l'installazione di diversi strumenti di misura negli impianti tecnici del convento. I dati raccolti - si spiega ancora nel comunicato - consentiranno lo sviluppo di analisi tese ad evidenziare eventuali anomalie e, quindi, possibili ambiti di ottimizzazione e fornire valutazioni quantitative sull'andamento dei consumi elettrici e dei fabbisogni termici del convento. L'accordo, inoltre, include il sostegno di Terna al progetto denominato "fra' Sole" e a tutti gli eventi connessi programmati collegati all'economia di Francesco.

"Questo accordo - ha dichiarato Ferraris - simboleggia l'impegno intrapreso da Terna per migliorare la sostenibilità ambientale ed energetica del Sacro Convento, un complesso simbolico altamente suggestivo e tra i più rilevanti al mondo per il richiamo artistico e religioso. La collaborazione costituisce, inoltre, un ulteriore passo verso il rafforzamento del dialogo e ascolto con le comunità territoriali attraverso lo sviluppo tecnologico di iniziative e progetti sostenibili". "La partnership con Terna ci consente di guardare al futuro con i migliori auspici per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi con il progetto 'fra' Sole'" ha sottolineato padre Gambetti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie