Iea, alle rinnovabili solo il 2% dei fondi post-pandemia

Investimenti in fonti pulite aumentano del 30%, ma non basta

Redazione ANSA ROMA

I governi di tutto il mondo hanno destinato finora alle fonti rinnovabili solo il 2% dei fondi per la ripresa dopo la pandemia, circa 380 miliardi di dollari. Le nuove misure varate dagli stati a partire dall'anno scorso aggiungeranno altri 350 miliardi di dollari all'anno alle fonti pulite e alle reti energtiche fra il 2021 e il 2023, un aumento del 30% rispetto agli investimenti degli ultimi anni. Ma si tratta solo del 35% di quanto necessario per arrivare a zero emissioni nel 2050. Lo scrive l'Agenzia internazionale dell'energia (Iea) nel suo rapporto "Sustainable Recovery Tracker".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie