Assoenergia, prorogare superbonus 110% a tutto il 2023

Ampliarlo a enti pubblici, industria e terziario

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Assopetroli-Assoenergia (l'associazione delle imprese del settore dei prodotti e servizi energetici) propone quattro azioni per l'aggiornamento della Strategia per la riqualificazione energetica del parco immobiliare nazionale (Strepiun 2020) del Ministero dello Sviluppo economico: stabilizzazione delle misure incentivanti, maggiore chiarezza e semplificazione dei meccanismi incentivanti, diffusione degli Energy Performance Contract (EPC), integrazione delle rinnovabili nel teleriscaldamento.

Perché il "Superbonus 110%" possa dispiegare appieno le proprie potenzialità, l'Associazione ritiene indispensabile che questa misura venga prorogata almeno fino al 31 dicembre 2023.

Necessario è poi l'allargamento della base dei possibili fruitori delle agevolazioni agli enti pubblici, al comparto industriale e al terziario.

Assopetroli-Assoenergia chiede di rendere agevolabili i costi sostenuti per gli studi di fattibilità e la progettazione dell'intervento di efficientamento, anche in caso di non raggiungimento dei requisiti minimi richiesti e la conseguente mancata esecuzione dell'intervento.

Accanto alle penalità per il mancato raggiungimento degli obiettivi, si chiede di prevedere meccanismi premianti in caso di conseguimento dei risultati attesi (IVA agevolata o altre agevolazioni fiscali).

Quindi, perché gli impianti di teleriscaldamento producano i benefici di rendimento auspicati, si suggerisce di prevedere che gli stessi siano alimentati per almeno il 75% dell'energia prodotta da fonti rinnovabili. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA