Acqua: in Vda previsto stato forte siccità nei prossimi mesi

Ganis, importante sensibilizzare popolazione su risparmio

Redazione ANSA AOSTA
(ANSA) - AOSTA, 12 MAG - "In Valle d'Aosta si segnala uno stato di siccità prevista da media a severa per i prossimi mesi.

In particolare, la situazione delle disponibilità idriche è considerata critica rispetto alla riduzione, al momento, pari al 50%, delle disponibilità di acqua sotto forma di neve". Lo ha detto l'assessore regionale al territorio, Carlo Marzi, rispondendo in aula ad un'interpellanza del gruppo Lega Vda sulla rete idrica regionale.

"Nel settore potabile, attualmente, non sono state segnalate gravi criticità - ha aggiunto - mentre nel settore agricolo sono pervenute alcune richieste di anticipare il periodo dei prelievi per fare fronte alle importanti siccità locali determinate dalla riduzione delle piogge. Anche nel settore idroelettrico stanno pervenendo segnalazioni di forti riduzioni dei prelievi". "Per il settore potabile - ha proseguito Marzi - si prevede di iniziare a valutare l'approntamento dei sistemi di prelievi temporanei dai corsi d'acqua superficiali, da attivare in caso di necessità; per il settore irriguo sarà avviata una campagna di sensibilizzazione volta a condividere in modo solidaristico e secondo principi di proporzionalità la riduzione dei prelievi lungo ciascuna asta fluviale da parte di tutti i derivatori e di procedere, laddove necessario, anche a riduzioni delle portate di deflusso minimo vitale a valle delle derivazioni, per periodi temporali limitati, sia nei quantitativi che nelle modalità, al fine di assicurare livelli minimi di approvvigionamento delle colture e la salvaguardia dei corsi d'acqua; per il settore idroelettrico si prenderà in considerazione la richiesta di revisione temporanea delle modalità di calcolo delle portate di deflusso minimo vitale".

In merito allo stato delle reti acquedottistiche, Marzi ha segnalato che le perdite possono essere stimate nell'ordine del 30-35% del volume complessivamente immesso in rete. "I dati segnalano un trend in crescita delle perdite di acqua rispetto al 2018 - ha replicato il Consigliere Christian Ganis (Lega Vda) - ed è quindi essenziale gestire al meglio la rete di distribuzione idrica. Importante anche attivare opportune politiche di sensibilizzazione rivolte alla popolazione sull'utilizzo consapevole dell'acqua. Tutto questo comporta comunque la presenza di una rete efficiente e rinnovata".

(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA