Dalla pedana al green Elisa in punta di fioretto

Campionessa di scherma: "Golf sport bello e imprevedibile"

Redazione ANSA

"Il golf è uno sport che mi affascina per imprevedibilità e concentrazione, particolari che caratterizzano anche la scherma. Non me l'aspettavo". Tra le più forti schermitrici di sempre, tesserata per il Gruppo sportivo Fiamme Oro, Elisa Di Francisca ha calcato anche la 'pedana' del green. E lo ha fatto sempre in punta di fioretto. Socia onoraria del Conero golf club per meriti sportivi, è diventata un'appassionata di golf. A ottobre ha assistito dal vivo al successo della 74/a edizione dell'Open d'Italia, che ha definito "un'emozione davvero bella". Nella scherma ha vinto tutto quello che si poteva vincere. Campionati italiani, Europei, Mondiali. E ancora: due medaglie d'oro a Londra 2012 e una d'argento a Rio 2016. Lo scorso luglio, però, il successo più grande: la nascita del figlio Ettore, avuto con il compagno Ivan Villa, produttore televisivo. Per la Di Francisca, il golf adesso è solo un divertimento ma, una volta terminata la carriera, potrebbe diventare qualcosa di più. "Magari - ride - potrei propormi come tappa-buche. Scherzi a parte. La cosa che più mi ha colpita è che il golf, così come la scherma, non è assolutamente uno sport scontato. Anzi. Ogni sfida ha una storia a sé e bisogna sempre ricominciare daccapo.
    Assistere all'Open con mio figlio piccolo è stato sicuramente emozionante. Temevo potesse disturbare l'ambiente e, invece, quella che ha fatto casino sono stata io. Lui non ha fiatato, comportandosi proprio secondo le 'regole' del golf". Una vita passata nello sport a duellare e vincere. La parabola di Elisa, da un po' di tempo a questa parte, è cambiata. Adesso fa la mamma, "il mestiere più bello". Ma il sogno è quello di rimettersi presto la maschera, tornare in pedana e provare a coltivare entrambe le professioni. "Spero di riuscirci - sottolinea - ma, se così non dovesse essere, lascerei perdere la scherma, perché la famiglia viene prima di tutto. Ogni giorno mi pongo sempre la stessa domanda: 'Ce la farò?'. Spero di trovare presto la risposta". Ha ancora voglia di stupire, la Di Francisca. Tokyo 2020 è più che un obiettivo. "Sicuramente nella mia testa - rivela - è un pensiero che esiste. Vorrei partecipare a una nuova Olimpiade da persona e atleta diversa. Vivermi questa emozione con al fianco mio figlio. E fargli vedere che tutto, attraverso fatica e sacrifici, può essere raggiunto. Cosa vorrò fare da grande? Non lo so ancora. Difficilmente rimarrò nel mondo dello sport. Dopo una vita passata in questo universo sento il bisogno di staccare". Ha vinto la nona edizione del programma televisivo 'Ballando con le stelle', Elisa. Ma, a 35 anni, la campionessa olimpica ha ancora voglia di ballare. Nella vita e in pedana. "Non sarà facile ma - promette - ce la metterò tutta".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA