Giovani e territorio, il Piemonte vara la linea green

Presidente Fig regionale Marco Francia, a Torino arriva "Expo Sport & Salute"

Redazione ANSA

Una settimana dedicata allo sport e al benessere. E quindi anche al golf. Dal 13 al 19 novembre a Torino, all'interno delle rinnovate OGR (Officine Grandi Riparazioni in Corso Castelfilardo 22, zona Palazzo di Giustizia), scatterà la manifestazione "Expo Sport & Salute" organizzata dal Coni con il patrocinio della Regione Piemonte. Sono attesi oltre 7.000 studenti da tutte le province piemontesi. I visitatori potranno esibirsi in prove delle diverse discipline sportive, tra calcio, tennis e golf. Trentuno gli organismi sportivi regionali presenti, con tantissimi giovani che saranno seguiti da tecnici federali qualificati e potranno assistere a dimostrazioni ed esibizioni anche di atleti agonisti. Con la possibilità di infilare la pallina in buca. "La nostra mission - afferma il presidente Fig Piemonte Marco Francia - è quella di aprire le porte a più persone possibili. Perché questo è davvero uno sport per tutti". Sulla base delle indicazioni della Federgolf, il Piemonte nei prossimi mesi sarà protagonista di tante iniziative. L'obiettivo è quello di rendere il golf uno sport sempre più "green". Puntare sui giovani, questa la parola d'ordine. "L'Università di Torino, attraverso la facoltà di Agraria - l'annuncio di Francia - ci ha proposto un progetto davvero interessante. Un'iniziativa volta a legare sempre più la natura e il verde ai campi da golf.
    Lavoreremo insieme per far diventare i nostri green ancora più affascinanti. L'obiettivo è quello di ideare e realizzare un percorso specifico dove si possa sì giocare, ma anche ammirare la bellezza di fiori e alberi particolari". Ma c'è di più. Un'altra iniziativa, legata al progetto Ryder Cup 2022, è quella legata al benessere. "Stiamo definendo - rivela ancora Francia -, insieme a Coni, Regione e Associazione cardiologi ambulatoriali Piemonte-Valle d'Aosta, un piano promozionale a favore del golf inteso come benessere e buona salute. L'idea è quella di organizzare una serie di convegni legati soprattutto alla prevenzione cardiovascolare. Ci saranno dibattiti e convenzioni mediche per golfisti. Il tutto per far comprendere ancora meglio che giocare a golf allunga la vita. Il primo incontro - sottolinea Francia - è previsto per il 19 novembre. E l'iniziativa, in futuro, potrà poi essere riproposta anche all'interno di scuole e università".
    Riqualificazione del territorio e ragazzi lontani dalle strade.
    Il Piemonte sembra aver captato alla perfezione le linee guida della Federgolf. La novità è che esiste un progetto davvero ambizioso, rallentato però da costi e burocrazia che hanno solo rinviato un sogno che in futuro potrebbe trasformarsi in realtà.
    Il desiderio è quello di trasformare l'ex "Tossic Park" di Torino, quello che un tempo era occupato dagli spacciatori e dai loro clienti e che per un periodo ha accolto decine e decine di migranti, in un campo da golf a 9 buche. Il Piemonte punta in alto anche grazie ai risultati fatti registrare. Il turismo, nell'ultimo anno, trascinato dal volano della Ryder, è cresciuto a dismisura. Così come il numero dei tesserati, "che rispetto al 2016 - conclude Francia - è salito di oltre il 2%. Un fatto davvero positivo, specialmente in un momento di grave crisi economica. Ad aumentare, anche gli Under 18". A dimostrazione che i giovani sono il presente e il futuro del golf.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: