Us Open, Woods insegue il poker

Tiger vuole emulare Anderson, Jones, Hogan e Nicklaus

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 12 GIU - Vincere la 118/a edizione dello U.S.
    Open per entrare nel mito della competizione. A Southampton (New York), sul percorso del Shinnecock Hills Golf Club, Tiger Woods dopo i successi 2000, 2002 e 2008, insegue un poker che gli permetterebbe di raggiungere Willie Anderson, Bobby Jones, Ben Hogan e Jack Nicklaus. Leggende del golf che con 4 vittorie a testa detengono il primato di trionfi nel torneo. L'ex numero uno al mondo, tornato ad ottimi livelli dopo le disavventure (extra green) e i problemi fisici degli scorsi anni, sogna un trionfo che manca esattamente dal 2013, anno dell'ultima vittoria nel WGC-Bridgestone Invitational.
    Tantissimi gli avversari da battere: da Justin Thomas a Jordan Spieth passando per Dustin Johnson (n.1 mondiale), Jon Rahm e Brooks Koepka (campione in carica). Ma non solo. Dopo aver vinto il BMW PGA Championship e ottenuto un argento beffa alla 75/a edizione dell'Open d'Italia, Woods dovrà fare i conti anche con Francesco Molinari. Che a Southampton sogna il primo major in carriera.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: