Europee: Zahradil è il candidato di punta dei Conservatori Ecr

'Weber e Timmermans rappresentano la Vecchia Europa'

Redazione ANSA BRUXELLES

STRASBURGO - L'eurodeputato ceco Jan Zahradil sarà il candidato di punta (Spitzenkandidat) del Gruppo dei Conservatori e Riformisti europei (Ecr). Lo ha annunciato oggi a Strasburgo il presidente Ecr, Syed Kamall. "Non ho nulla di personale contro Weber e Timmermans. Vedo due gentlemen provenienti dai Paesi fondatori, dalla Vecchia Europa, che sono troppo invischiati in una sola idea di integrazione: quella federalista. Non credo che qualcuno dei due possa portare idee fresche" nell'Ue, ha detto il candidato di punta del gruppo Ecr parlando alla stampa.

Nel 2011 è stato presidente del gruppo Ecr. Zahradil non esclude un'alleanza post-elettorale con il Partito popolare europeo (Ppe): "Nessuno di noi ha idea di come sarà il panorama politico dopo le elezioni" europee, "ma siamo sicuri che sarà completamente differente da quello di oggi", ha sottolineato Zahradil. "A differenza di questo Parlamento e dei molti precedenti - ha aggiunto - non basteranno due gruppi a creare la maggioranza parlamentare. Serviranno almeno tre partiti. Se come credo avremo risultati importanti, vorremo essere parte di questa nuova maggioranza parlamentare in Eurocamera, che ci consentirà di influenzare il prossimo programma della Commissione". Zahradil è stato consigliere politico dell'ex primo ministro della Repubblica Ceca Vaclav Klaus, nel 1998 è entrato nella Camera ceca con il Partito democratico civico (Ods) ed è eurodeputato dal 2004. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."