Giovani di Confagricoltura, per cambiamenti climatici saltano le semine

Maiorano (Anga), caos coltivazioni, rischi e opportunità. Politica sia vigile

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA - "Molti agricoltori non sono riusciti a far la semina, e ormai la stagionalità dei prodotti della terra è diventata imprevedibile. Non si è più in grado di capire cosa coltivare, cosa seminare e in quali periodi farlo. Sono troppe le incertezze legate agli sbalzi termici e ai repentini cambi delle condizioni meteorologiche. Ciò avrà un impatto in termini di diminuzione o assenza della produzione, aumento dei prezzi e contraccolpi ambientali". E' quanto sottolinea Raffaele Maiorano, presidente nazionale di Confagricoltura Giovani (Anga) e responsabile Sdg's nel direttivo di Confagricoltura, in vista della manifestazione mondiale sul clima che si terrà domani.

Per Maiorano "il combinato disposto dell'emergenza idrica e del riscaldamento globale rappresenta una questione pericolosissima e rischiosa per tutti gli imprenditori agricoli.

D'altro canto - prosegue il presidente dei Giovani di Confagricoltura (Anga) - il riscaldamento ambientale ha spinto molti imprenditori agricoli a diversificare le proprie produzioni tradizionali, orientandosi verso colture nuove: in Sicilia e in Calabria si sta coltivando con successo avocado, mango, lime e altri frutti tropicali italiani. Dunque da un lato crisi, dall'altro opportunità per chi sa riconvertire. La politica sia vigile". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: