Cure dentali, 500 euro a fasce deboli

Lo prevede emendamento, contributo annuale anche per anziani

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - Un contributo di 500 euro annui per rendere accessibili le cure odontoiatriche alle fasce di popolazione più deboli, ovvero con un reddito Isee "pari o inferiore a 25.000 euro" e con "particolare attenzione ai minori, alle famiglie monoreddito con figli, alle famiglie numerose, agli anziani". Lo prevede un emendamento alla manovra (prima firma Endrizzi, insieme a Dell'Olio, Puglia, Pirro) depositato in commissione Bilancio del Senato.   "Al fine di consentire le cure odontoiatriche alle fasce di reddito meno abbienti - si legge nell'emendamento - con un reddito Isee pari o inferiore a 25.000 euro, con particolare attenzione ai minori, alle famiglie monoreddito con figli, alle famiglie numerose, agli anziani e in genere alle categorie deboli è riconosciuto un contributo pari a 500 euro annui". Nell'emendamento si specifica inoltre che "con decreto del ministro della Salute, di concerto con il ministro dell'Economia e delle Finanze da adottare entro il 31 dicembre 2020, sono stabiliti i criteri per il riconoscimento del contributo"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA