Vaccini: ok Senato a Dl con 171 Sì. Ora passa alla Camera

Lorenzin, decreto cambiato non depotenziato

Redazione ANSA ROMA

Con 171 Sì il decreto legge sui vaccini incassa il via libera del Senato. I no sono stati 63 e 19 gli astenuti. Il provvedimento, in scadenza il 6 agosto, ora passa alla Camera. 

Il decreto sull'obbligatorietà delle vaccinazioni per l'iscrizione a scuola "esce dal Senato cambiato, ma non esce depotenziato". Lo ha affermato all'ANSA il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, dopo il via libera di palazzo Madama al provvedimento, che ora torna alla Camera. Infatti, ha sottolineato, "resta l'obbligatorietà delle vaccinazioni, restano le sanzioni e si aggiunge un richiamo attivo nei confronti dei genitori. Quindi, l'obiettivo è assolutamente centrato".

"Sono molto soddisfatta del voto di oggi al Senato sul cosiddetto 'decreto vaccini'. È il via libera a un provvedimento che tiene insieme in maniera equilibrata due fondamentali diritti costituzionali, quello alla salute e quello all'istruzione. Si tratta di una norma di civiltà pensata ed elaborata a beneficio delle nuove generazioni". Lo afferma la Ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, dopo l'approvazione al Senato della legge di conversione del decreto che istituisce l'obbligo vaccinale a scuola, da zero a sedici anni. Il testo passa adesso alla Camera. "Credo sia giusto - aggiunge la ministra - aver previsto anche una campagna informativa per le famiglie, le comunità e gli istituti scolastici e tutti i soggetti che sono parte di questo processo".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA