Entra in vigore il decreto su 'vuoto a rendere' per le bottiglie

L'obiettivo è diminuire la produzione di rifiuti

Redazione ANSA ROMA

E' entrato in vigore martedì 10 ottobre il regolamento del Ministero dell'Ambiente sul "vuoto a rendere" per le bottiglie di birra e acqua minerale in plastica e vetro.

L'effettiva applicazione della misura avverrà solo a fine gennaio 2018, a 120 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, avvenuta il 25 settembre.

Un simbolo all'ingresso di un bar, di un ristorante, di un albergo o di altri punti di consumo distinguerà quegli esercenti che hanno scelto di aderire alla fase sperimentale del sistema di "vuoto a rendere". L'obiettivo è sensibilizzare i consumatori sull'importanza del riutilizzo riciclo e diminuire la produzione dei rifiuti: gli stessi contenitori - bottiglie più resistenti in vetro, plastica o altri materiali - potranno essere riutilizzati oltre dieci volte prima di divenire scarto.

Le norme sono previste per contenitori di volume compreso tra gli 0,20 e gli 1,5 litri.

Altro scopo del decreto, attraverso il sistema di monitoraggio previsto, è quello di valutare la fattibilità tecnico-economica e ambientale del sistema del vuoto a rendere, al fine di stabilire se la pratica sia da confermare, ed eventualmente, estendere ad altri tipi di prodotto e ad altre tipologie di consumo al termine del periodo di sperimentazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA