A Torino parte servizio handbike sharing, prima città ad averlo

Bici a pedalata manuale, Appendino 'orgogliosi sperimentarle'

Redazione ANSA TORINO

Torino, prima città in Italia, sperimenta il sevizio di bike sharing per persone con disabilità. Il progetto, avviato nel 2015, arriva oggi a compimento grazie alla collaborazione fra Comune, Associazione Italiana Paralisi Spastica e Tobike, che mettono a disposizione 6 handbike e 2 easybike, quelle da attaccare alla carrozzina; potranno essere usate gratuitamente per i primi 3 giorni di noleggio e a 3 euro al giorno per i successivi.

Iscrivendosi a ToBike è possibile prenotare una bici a 'pedalata' manuale, che sarà recapitata a domicilio. "Il servizio - sottolinea la sindaca Chiara Appendino - è possibile grazie alla cooperazione fra soggetti diversi, che ha incluso chi vive la disabilità. Siamo orgogliosi di sperimentarlo per primi". "Vogliamo far sì - dice il presidente Aips, Angelo Catanzaro - che tutte le persone, anche quelle con disabilità, possano usufruire del servizio di bike sharing. È un progetto di inclusione per tutti - conclude - e vuole abbattere le barriere culturali".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA