Enea lancia soluzioni hi-tech per la mobilità elettrica

"Tecnologia vanno avanti, ora serve svolta della politica"

Redazione ANSA
Sistemi hi-tech per la ricarica wireless, nuovi strumenti informatici per supportare amministrazioni locali e operatori nella valutazione dei costi e benefici dell'elettrificazione del servizio pubblico e studi sulla sicurezza delle batterie: "le tecnologie e la ricerca vanno avanti" ora "e' necessaria una svolta decisa da parte di operatori e politica verso la mobilità elettrica". Emerge dal convegno "I nuovi scenari della mobilità elettrica: upgrading tecnologico, potenzialità ed impatti mobilità elettrica" in occasione della presentazione dei risultati del Programma di Ricerca di Sistema Elettrico 2015-2017 siglato con il Ministero dello Sviluppo Economico, che ha coinvolto oltre 50 ricercatori, con un investimento di circa 5 milioni di euro.

Per Agostino Iacobazzi, responsabile Accordo di Programma Mise-Enea sulla Ricerca di Sistema, di Enea, "l'Italia con le tecnologie è pronta, adesso bisogna pianificare e sviluppare le infrastrutture di rete e sviluppare e promuovere piani per il trasporto pubblico elettrico". Tra le tecnologie di maggiore interesse realizzate nel triennio, i sistemi hi-tech per 'fare il pieno' alle auto e ai bus elettrici: la ricarica contactless dinamica, che consente il trasferimento di energia durante il moto da un sistema di "bobine di track" collocate a terra a una bobina di pick-up sul veicolo e i sistemi di ricarica ultrarapida, durante il tempo di salita e discesa dei passeggeri.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA