Amianto: Costa crea gruppo di lavoro, presidente Guariniello

Ministro, entro tre mesi i primi risultati

Redazione ANSA ROMA

Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha formato presso il dicastero una commissione di lavoro per la riforma normativa che riguarda il settore dell'amianto e a guidarla sarà il presidente Raffaele Guariniello. Lo rende noto il ministero con un comunicato nel quale il ministro afferma che si tratta di "una bellissima notizia per l'ambiente e per un problema che ci riguarda tutti, nessuno escluso".

    Guariniello, ricorda il ministro, "è il procuratore di Torino che ha istruito e seguito il processo Eternit ma è anche molto di più: è l'uomo che ha dedicato tutta la sua vita alla lotta contro l'amianto e contro i crimini ambientali". "Inizieremo subito - assicura Costa - entro la fine di giugno la commissione produrrà i primi risultati. Dobbiamo assolutamente procedere con la mappatura e le bonifiche: ci sono 32 milioni di tonnellate di amianto ancora in circolazione in Italia, e l'unico modo per interrompere la catena di vittime è eliminare l'esposizione".

Il ministro Costa ne dà notizia anche in un video su Facebook al termine del quale si vede che firma materialmente il decreto dicendo che "entro giugno" il gruppo di lavoro "ci darà una risposta sicuramente bellissima". Si tratta di un atto "ma è uno dei modi per costruire un futuro nuovo, migliore" aggiunge. Nel post, il ministro ricorda che per esempio ci sono "2.400 scuole, edifici scolastici, dove è presente amianto. Abbiamo ahimè troppe volte sui nostri territori amianto abbandonato, sbriciolato, e a volte anche a cui si mette fuoco insieme ad altri rifiuti".

A proposito del procuratore Guariniello, il ministro ricorda che è "noto per le sue battaglie ambientali", che è "magistrato di grandissimo spessore, una eccellenza dell'Italia che ha dato la sua disponibilità per far parte di questo gruppo di lavoro gratis, pur di dare una mano al Paese. Lo ringrazio e sono sicuro che insieme agli altri componenti esperti tecnici e giuridici nel settore dell'amianto possano veramente farci vedere una soluzione di questo problema. Noi vogliamo essere leader anche in questo campo".

A livello normativo, spiega Costa, il settore dell'amianto "attraversa tre competenze: ministero del Lavoro, della Salute e dell'Ambiente. Faccio un gruppo di lavoro del ministero dell'Ambiente, costruisco un'ossatura della proposta normativa e della riorganizzazione per la gestione dell'amianto e propongo questa ossatura alla visione, successivamente, del ministero del Lavoro e della Salute così siamo più veloci. E nel decreto mi sono dato tre mesi" attendendo per giugno "una risposta bellissima".

Sarà proprio il ministro dell’Ambiente a partecipare alla prima riunione della neonata Commissione ministeriale sull’amianto, appena dopo il rientro dagli impegni internazionali. La Commissione - spiega il ministro- è formata anche dal presidente del l’Osservatorio nazionale amianto, l’avvocato Ezio Bonanni, un’istituzione della lotta contro la fibra killer e per la tutela di tutte le vittime. Sono molto felice che abbia acconsentito a parteciparvi e attraverso lui riusciremo anche a fruire delle molteplici competenze insite nella sua associazione; gli altri membri sono il generale Giampiero Cardillo e l’esperto di bonifiche e monitoraggi Stefano Massera. A loro auguro buon lavoro. Abbiamo un compito importante da portare avanti ed entro la fine di giugno arriveranno i primi risultati”, conclude il ministro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: