Legambiente, inquinato più di 1 punto ogni 3 al mare e laghi

Maglia nera a Sicilia, Campania e Calabria per depuratori

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 13 AGO - Mare e laghi italiani hanno un grande nemico: la cattiva depurazione. Al punto che risulta inquinato e fortemente inquinato più di 1 punto ogni 3 sia lungo le coste che nei laghi. E' Il bilancio finale di Goletta Verde e Goletta dei Laghi 2019, annuale monitoraggio promosso da Legambiente.

Nel dettaglio, più di un punto su tre tra i 262 punti campionati lungo le coste italiane presenta forti criticità, con valori di inquinanti oltre i limiti di legge. Con una situazione preoccupante confermata in molte regioni del Sud - Sicilia, Campania e Calabria su tutte - dove persistono le criticità storiche legate all'assenza di impianti di depurazione e di allacciamento alla rete fognaria. E non va meglio la situazione dei bacini lacustri dove Legambiente, con Goletta dei Laghi, ha riscontrato anche qui criticità nelle stesse proporzioni: un punto su tre rispetto agli 83 monitorati in 19 laghi italiani.

Dei rifiuti che galleggiano nel mare italiano, sottolinea ancora Legambiente, il 40% è plastica usa e getta Oltre ai rischi di balneazione, denuncia ancora l'associazione ambientalista, "il mancato completamento della rete fognaria e la depurazione delle acque reflue costa già oggi all'Italia decine di milioni di euro all'anno, ma i costi sono destinati a crescere". "Piuttosto che pagare multe salatissime all'Ue investiamo i soldi dei cittadini nella più grande opera pubblica che serve al Paese" è l'appello di Legambiente. (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA