Troppo smog, a Torino e Milano metro e bus gratis

Giù di un grado la temperatura dei termosifoni

Redazione ANSA

Metropolitana, bus e tram gratis per tutti, giovedì 10 e venerdì 11 dicembre, a Torino ed in altri 20 comuni del circondario. Lo ha deciso la Città di Torino, con l'azienda di trasporti Gtt ed il consorzio Extra.To, all'inizio di una settimana da bollino rosso per l'inquinamento atmosferico, con le pm10 tra i 50 ed i 100 microgrammi al metro cubo. L'iniziativa 'Lascia l'auto, viaggia gratis', riguarda la metro (150 mila passeggeri) e 88 linee urbane e suburbane (600 mila). Le flotte di mezzi Gtt saranno potenziate e nelle due giornate, dalle 5 alle 24, saranno coinvolte anche le principali linee di Extra.TO, che collega tutta la provincia con Torino e di cui fanno parte 21 aziende per un totale di 160 mila persone trasportate al giorno.

"Si tratta - spiega il sindaco Piero Fassino - di un impegno concreto che fa leva anche sulla partecipazione e sulla responsabilità dei cittadini di Torino. La difesa della qualità dell'aria che respiriamo - prosegue Fassino - è un bene che tutti siamo chiamati a preservare e per i quali tutti possiamo contribuire. Con i provvedimenti dei prossimi giorni la Città farà la sua parte".

Scattano giovedì 10 a Milano le prime misure antismog della stagione previste in caso di superamento per dieci giorni consecutivi (avvenuto abbondantemente) della soglia media giornaliera di 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili. Quindi al bando i veicoli diesel euro 3 senza filtro, più basse le temperature dei caloriferi e gratis bus e tram (per tre giorni, da oggi a venerdì) per gli adulti che li utilizzeranno per accompagnare i bambini a scuola.

Altra misura straordinaria voluta dal Comune per incentivare la mobilità sostenibile in queste giornate è la gratuità (sempre da mercoledì a venerdì), degli abbonamenti giornalieri BikeMi. Da mercoledì quindi, ricorda il Comune, in tutta la città entra in vigore il divieto di circolazione per i veicoli diesel Euro 3 senza filtro anti-particolato dalle 8.30 alle 18 se privati (dalle 7.30 alle 10 se commerciali).

Poi gli interventi sui riscaldamenti con la diminuzione di un grado centigrado, da 20 a 19 (la legge prevede 2 gradi di tolleranza) delle temperature dell'aria degli edifici, e della durata di accensione degli impianti, ridotta di due ore (da 14 a 12). Da ogg a venerdì 11, inoltre, saranno gratuiti i mezzi di superficie Atm per gli adulti che li utilizzeranno per accompagnare a scuola i bambini fino a 10 anni compiuti (per i quali già normalmente il biglietto è gratuito).

Altra misura riguarda gli abbonamenti giornalieri a BikeMi che, per incentivare la mobilità sostenibile in questi giorni, saranno gratuiti, sempre da mercoledì 9 a venerdì 11. Per utilizzare il servizio sarà necessario sottoscrivere l'abbonamento con carta di credito (come per l'abbonamento standard), ma non verrà addebitato alcun importo. Infine è in programma il potenziamento dei controlli sui veicoli in circolazione, anche attraverso l'utilizzo di opacimetri che verificheranno i gas di scarico.

Gli agenti della Polizia locale di Milano hanno eseguito 454 controlli a veicoli, elevando 41 sanzioni, per l'inosservanza della sospensione della circolazione dei veicoli inquinanti prevista tra le misure antismog scattate dopo il superamento per dieci giorni consecutivi della soglia media giornaliera di 50 microgrammi per metro cubo di polveri sottili. Tra i provvedimenti il divieto di circolazione per veicoli diesel euro 3 senza filtro, più basse temperature dei caloriferi e gratis bus e tram fino a venerdì per gli adulti che li utilizzeranno per accompagnare i bambini a scuola.

E stop ai veicoli più inquinanti per giovedì 10 dicembre a Roma,  ha deciso il commissario della città, Francesco Paolo Tronca, che ha firmato l'ordinanza con cui si impone il divieto di circolazione nella fascia verde della Capitale dalle 7:30 alle 20:30 per le auto a benzina "euro 0" ed "euro 1"; le auto diesel "euro 0", "euro 1" e "euro 2"; moto e scooter a due, tre, quattro ruote a 2 e 4 tempi "euro 0" e "euro 1"; microcar diesel "euro 0" e "euro 1". A partire dal 15 dicembre, inoltre, sarà vietata la circolazione degli autoveicoli che appartengono alle categorie cosiddette "euro 0", mentre i mezzi appartenenti alle categorie "euro 1" benzina e diesel e "euro 2" diesel si fermeranno dal 15 dicembre 2015 al 31 marzo 2016. Il divieto, in entrambi i casi, sarà in vigore dal lunedì al venerdì esclusi sabato, domenica e festivi infrasettimanali.

Ministero Ambiente favorevole a iniziativa Torino
Ha destato l'interesse del ministero dell'Ambiente la decisione di Torino di rendere gratuiti i mezzi di trasporto pubblico, domani e venerdì. Il ministro Gian Luca Galletti ha telefonato al sindaco Fassino per conoscere i dettagli dell'iniziativa straordinaria messa in campo contro lo smog. A renderlo noto è lo stesso Fassino a margine di una conferenza stampa in cui ha fatto il punto sul contributo della Città alla riduzione di Co2 presentato a Parigi nell'ambito dei lavori di Cop21. "Questa misura - ha sottolineato Fassino - non è emergenziale ma si inquadra nella strategia che la Città porta avanti da anni per la riduzione delle emissioni. Una strategia che ovviamente deve fare i conti con variazioni atmosferiche che a volte richiedono azioni straordinarie come questa. E a conferma della scelta che abbiamo fatto, ieri ho ricevuto una telefonata del ministro che guarda con favore a questa iniziativa e si è informato per vedere come si possa estendere. Vedremo naturalmente i risultati - ha concluso il sindaco - è chiaro che l'operazione potrà funzionare con la collaborazione dei cittadini che sono certo non mancherà". L'amministrazione comunale stima che il costo della iniziativa - due giorni di bus, tram e metro gratuiti - si aggira sui 200 mila euro.

Torino, CO2 ridotta del 22%, obiettivo -30% nel 2020
Dal '91 al 2014 la città di Torino ha ridotto le emissioni di CO2 del 22%, superando l'obiettivo dell'Ue di -20% nel 2020, data entro la quale il capoluogo piemontese stima di raggiungere la quota del 30% di emissioni in meno. Sono i dati, illustrati oggi dal sindaco Piero Fassino e dall'assessore all'ambiente Enzo Lavolta, che sono stati presentati alla sessione dedicata alle autonomie locali dall'appuntamento parigino di Cop21. In termini assoluti si tratta di una riduzione di quasi 1 mln di tonnellate di Co2 lo scorso anno rispetto agli inizi degli anni '90, con l'obiettivo di superare 1,3 mln nel 2020. Quanto alle Pm10, si è passati dal valore medio annuo di 51 mg/mc con 125 sforamenti del 2011, ai 40,5 mg/mc con 101 sforamenti del 2013 e ai 35 mg/mc e 67 superamenti dei limiti nel 2014, con un calo rispettivamente del 31 e del 45%. "Fra le azioni più significative - spiega Lavolta - l'aumento del teleriscaldamento, del car e bike sharing, delle zone verdi e il piano dei trasporti con l'aumento dei mezzi a basso impatto". "Risultati importanti - conclude Fassino - ma non consideriamo esaurito il nostro compito. Proseguiremo le nostre azioni per raggiungere l'obiettivo del -30% nel 2020".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA