Hitachi pronta a stop costruzione centrale nucleare in GB

Mancano investitori per progetto da 26 miliardi di dollari

Redazione ANSA TOKYO

TOKYO - La giapponese Hitachi è pronta a sospendere il progetto di costruzione di una centrale nucleare in Gran Bretagna (la terza sezione della centrale di Hinkley Point, detta Hinkley Point C), a causa delle mancate garanzie da parte del governo di Londra a coprire gli elevati costi sopraggiunti dopo le difficoltà a trovare un numero adeguato di investitori. Lo anticipano fonti a conoscenza del dossier, riportate dai media giapponesi, affermando che la decisone verrà ufficializzata nel consiglio di amministrazione della prossima settimana. La ricerca dei fondi è andata avanti con fatica già dall'inizio dell'accordo, per un progetto che si è reso sempre più impopolare dopo la catastrofe di Fukushima, nel 2011. L'incontro di giovedì tra il premier nipponico e il suo omologo inglese Theresa May, nella visita a Londra, non ha portato a ulteriori progressi. Il piano prevedeva la costruzione di due reattori nucleari nell’isola di Anglesey, a ovest della Gran Bretagna, per un costo di 3.000 miliardi di yen, l'equivalente di 26 miliardi di dollari, da terminare nel 2025. Investitori giapponesi e britannici avrebbero dovuto contribuire per circa 300 miliardi di yen ciascuno, e Londra avrebbe dovuto collaborare con un importo pari a 2.000 miliardi. Se l'abbandono del progetto è confermato, Hitachi dovrà registrare una perdita fino a 300 miliardi di yen per l'anno fiscale in corso, superiore a quella stimata in luglio. Lo scorso mese, il presidente di Hitachi, Hiroaki Nakanishi, aveva riferito che il piano di costruire una centrale in Gran Bretagna non aveva 'alcun senso economico'.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA