Sos animali, corsa in Florida per salvarli dall'uragano Dorian

Cani abbandonati, tartarughe marine, scoiattoli. Zoo mobilitati

Redazione ANSA NEW YORK

Non solo i residenti. In Florida è scattata anche la corsa per salvare gli animali selvatici e domestici, molti dei quali abbandonati, in attesa dell'uragano Dorian.

Il South Florida Wildlife Center di Fort Lauderdale, località sotto l'ordine di evacuazione, cerca 'casa' per i suoi almeno 400 fra gufi, scoiattoli, papere e opossum. Si tratta di animali in via di riabilitazione, molti del quali non sono ancora in grado di essere liberati e reinseriti nel loro habitat naturale perché troppo deboli. Per loro il centro cerca delle sistemazioni provvisorie affinché non siano esposti alla furia di Dorian. L'attenzione è alta anche per le tartarughe marine: l'uragano si abbatte sulla Florida nel mezzo della stagione di nidificazione e l'impatto potrebbe essere violento. Anche se le tartarughe sono abituate a nidificare su spiagge colpite da tempeste, la forza di Dorian spaventa per gli effetti su una stagione che sembrava finora promettente.

In allarme anche i canili dell'area costiera della Florida, che perlustrano le strade a caccia di cani abbandonati o dimenticati dai loro proprietari in fuga dall'uragano. Solo nelle ultime 24 ore 17 cani sono stati salvati nell'area di Miami: sono stati trovati legati con il guinzaglio a degli alberi o semplicemente lasciati nelle auto abbandonate. "Molti stanno abbandonando i loro animali nelle strade, stiamo ricevendo centinaia di chiamate", ha raccontato Meg Sahdala, proprietaria della no profit Miami Animal Rescue. Lo zoo di Brevard, area soggetta a evacuazione obbligatoria, sta correndo ai ripari per trasferire i suoi 950 animali in zone sicure e metterli al riparo. A preoccupare sono i venti sostenuti di Dorian e la lentezza con cui si muove, che lascia intravedere oltre 24 ore di piogge e difficoltà, anche per gli animali.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie