Orsi polari a rischio senza una riduzione di gas serra

Agenzia Usa lancia appello su cambiamenti climatici

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 11 GEN - L'Artico non sarebbe più lo stesso senza gli orsi polari: la specie rischia di sparire se non si ridurranno drasticamente le emissioni di gas serra che contribuiscono al riscaldamento globale. L'appello è lanciato dallo United States Fish and Wildlife Service (Fws), l'agenzia del Dipartimento degli Interni americano che si occupa di gestione e conservazione della fauna selvatica, in occasione del lancio di un piano locale per la salvaguardia di questi animali.

"Il futuro dell'orso polare", spiega l'agenzia, "è minacciato dalla rapida perdita di habitat marino ghiacciato. Il suo destino non è determinato dalle stelle ma dalla nostra volontà e capacità di affrontare i cambiamenti climatici". Tuttavia, prosegue, "mentre la comunità internazionale è alle prese con questa sfida a lungo termine, le autorità americane, le comunità di Nativi, le organizzazioni private, scienziati e cacciatori hanno collaborato per un piano che migliora le immediate possibilità di sopravvivenza degli orsi polari in natura". Un piano che quindi si concentra su azioni mirate, più a breve termine, come la prevenzione di contaminazioni da sversamenti di petrolio, la protezione delle tane, la riduzione dei conflitti con gli umani.

Esistono 19 popolazioni di orsi polari distribuite tra Alaska, Canada, Groenlandia, Norvegia e Russia. Complessivamente vivono in natura intorno ai 22-25 mila esemplari.(ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA