CIO: promossi Kite e 470 Offshore rimandato

Vela Olimpica 2024, le decisioni a Losanna

Responsabilità editoriale Saily.it

QUOTA ATLETI PER LA VELA RIDOTTA A 330 PER LE 10 CLASSI - Il CIO decide la Vela per Parigi (Marsiglia) 2024: ok per Kite e 470 Misto, ok al nuovo windsurf IQFoil. L'Offshore misto invece è rimandato a maggio: serve un supplemento di analisi su costi e sicurezza... La corsa a Parigi puo' iniziare sui Kite foil e sui 470 misti. Cosa significa il rinvio della decisione sull'Offshore e quali sono i dubbi del CIO. I primi commenti dal CEO di World Sailing David Graham: "Soddisfatti a metà, convinceremo il CIO"

 

Due promossi e un rimandato. Il CIO fa felice a metà la World Sailing del nuovo presidente cinese Quanhai Li, con un verdetto molto chiaro e ragionato sulle discipline che assegneranno le medaglie ai Giochi di Parigi. Passa il Kite, ed è una ratifica definitiva sulla quale un vasto mondo di sportivi e addetti ai lavori puo' stappare finalmente lo champagne dopo anni di rincorse e disillusioni. Vedremo le medaglie a coppie miste sul Kite Foil, e sarà qualcosa di veramente nuovo da studiare già dai prossimi mesi, quando i formati saranno chiariti meglio.

Confermata anche l'evoluzione del 470, che da doppia disciplina divisa in maschile e femminile si riunisce in una sola, e vedrà la storica deriva (ormai la decana delle classi olimpiche della vela) con equipaggi misti uomo-donna, come il Nacra 17. Un esperimento, già avviato in giro per il mondo e che adesso puo' partire a pieno regime.

Non faceva parte delle decisioni del CIO, ma di fatto è confermata anche la scelta delle nuove tavole a vela, con il vecchio RS:X sostituito dal nuovissimo IQFoil, quindi si volerà anche sul windsurf, diventano tre le classi foiling ai Giochi, con il Nacra 17 e il Kite.

Entusiasmo smorzato invece per la categoria della Keelboat mista Offshore, già al centro di infinite discussioni tra fautori e detrattori, sicuramente interessante e visionaria, sicuramente una finestra su un mondo in crescita nella vela, ma altrettanto sicuramente gestita male nella fase di lancio, con poche certezze tra le quali i costi elevati. Le ragioni del rinvio della decisione del CIO, che ha spostato la valutazione finale alla primavera del 2021, sono ufficialmente i dubbi sulla "sicurezza" degli atleti. Ma in realtà è proprio il tema del costo a preoccupare il CIO. World Sailing comunque commenta con soddisfazione e promette di lavorare per convincere il CIO anche sull'Offshore Mixed, anche se il tempo stringe.

Commenti e analisi seguiranno nei prossimi giorni anche da parte dei dirigenti FIV e dei responsabili tecnici nonchè degli stessi atleti. La marcia verso Parigi (Marsiglia) 2024 è davvero cominciata. Quasi per tutti...

IL COMUNICATO DI WORLD SAILING, LA FEDERVELA INTERNAZIONALE - World Sailing ha ricevuto conferma dal Comitato Esecutivo del Comitato Olimpico Internazionale (CIO), sul programma dell'evento e sulle quote degli atleti per i Giochi Olimpici di Parigi 2024. Due delle tre novità proposte sono state confermate (Kite e 470 Misto), mentre la terza (Offshore Misto) è stata rinviata a un supplemento di valutazioni fino al maggio del 2021.

Le decisioni annunciate oggi [7 dicembre 2020] arrivano a seguito di una raccomandazione della Program Commission del CIO. Il Mixed Kiteboarding (Formula Kite) e il Mixed Two Person Dinghy (470 misto) sono confermati e saranno discipline presenti alla competizione olimpica di vela di Parigi 2024 (Marsiglia).

Allo stesso tempo CIO ha indicato che desidera riesaminare ulteriormente l'evento di barca a chiglia offshore mista per due persone, al fine di valutare adeguatamente le considerazioni chiave sulla sicurezza e la protezione degli atleti. La proposta su questo evento specifico viene dunque rinviata e sarà decisa non appena possibile, comunque non oltre il 31 maggio 2021.

La quota degli atleti per la vela a Parigi 2024 sarà di 330, 20 in meno rispetto ai 350 di Tokyo 2020.

Il commento di David Graham, CEO di World Sailing: "L'annuncio di oggi da parte del CIO segna un passo avanti positivo per mostrare la diversità e l'entusiasmo della vela ai Giochi Olimpici. L'elenco degli eventi, approvato dalle autorità nazionali membri di World Sailing, rappresenta veramente il panorama internazionale della vela con derive, keelboats, kiteboard, skiff e windsurf, tutti inclusi nei dieci eventi. Questo cambiamento è stato un processo complicato da gestire e colgo l'occasione per ringraziare le migliaia di ore di lavoro svolte principalmente dalla nostra squadra di volontari.

 “La competizione Mixed Kiteboarding sarà uno degli eventi più veloci dei Giochi Olimpici, richiedendo velocità, precisione e lavoro di squadra in gare brevi e intense. Inoltre, il Mixed 470 richiederà una stretta collaborazione tra compagni di equipaggio maschi e femmine per padroneggiare una deriva che ha cresciuto così tanti grandi e famosi velisti."

Graham ha poi toccato il tema del rinvio sulla decisione riguardante la specialità Offshore misto: "Non vediamo l'ora di continuare la nostra stretta collaborazione con il CIO e il Comitato Organizzatore di Parigi 2024 per rispondere alle importanti domande sull'evento Offshore misto per garantire la sicurezza e la protezione dei migliori velisti del mondo. La vela d'altura è un modo entusiasmante per mostrare lo sport e coinvolgere i fan di tutto il mondo con il brivido dell'avventura, dell'integrazione con l'eSport e dei marinai che combattono contro gli elementi. Marsiglia sarà un luogo perfetto per la competizione olimpica di vela di Parigi 2024 e siamo entusiasti di far progredire lo sviluppo del nostro sport con il CIO e Parigi 2024.

 “Ovviamente ci spiace per la riduzione della quota di atleti, ma questo è un impatto su molti sport, non solo sulla vela. Apprezziamo le difficili decisioni che il CIO ha dovuto prendere per soddisfare i requisiti stabiliti nella sua Agenda 2020".

Le nuove discipline sono state incluse nel calendario degli eventi di World Sailing per il prossimo quadriennio, e i velisti si stanno già allenando per Parigi 2024 sulle nuove classi. L'Events Committee di World Sailing ora esaminerà le quote dei singoli eventi per promuovere e far crescere l'universalità e la partecipazione in tutte le discipline.

La sicurezza e il benessere degli atleti nella competizione olimpica di vela è una priorità comune tra il CIO, Parigi 2024 e World Sailing. World Sailing ora lavorerà a stretto contatto e rapidamente con il CIO e Parigi 2024 per rispondere alle domande, nella speranza di ottenere la conferma finale il prima possibile.

Responsabilità editoriale di Saily.it