Rolex Middle Sea, il bis di Elusive 2

Offshore mediterraneo

Responsabilità editoriale Saily.it

IL BENETEAU FIRST 45 RIPETE IL SUCCESSO OVERALL DELLO SCORSO ANNO - In 40 anni nessuna barca ha vinto per due volte di seguito la Rolex Middle Sea Race in tempo compensato. Adesso questo muro è caduto, a infrangerlo ci ha pensato la doppietta dello yacht maltese Elusive 2, che rinnova anche la favola della famiglia Podestà: Maya, Christoph e Aaron, tutti a bordo anche stavolta 

 

Entro la mezzanotte di mercoledì, 15 delle 50 imbarcazioni della flotta avevano completato il corso. Dieci di loro gareggiavano in IRC per il trofeo generale della Rolex Middle Sea Race e lo yacht francese Tonnerre de Glen era il "leader della clubhouse", l'equipaggio era in attesa tesa per vedere se il suo tempo corretto poteva essere battuto. Con più di 30 barche ancora in rotta, avevano molte speranze, se le condizioni avessero cospirato a loro favore. Alle 0350 CEST, questa mattina (giovedì), le speranze per l'armatore Dominique Tian sono svanite. Lo yacht maltese Elusive 2, è scivolato sulla linea in una brezza legera per prendere il comando per poco più di un'ora e mezza.

Il peso dell'attesa si era trasferito da una barca all'altra, ma alle 1500 CEST, il Royal Malta Yacht Club era felice di annunciare che nessuno in mare poteva ormai superare Elusive 2. Già vincitori della Rolex Middle Sea Race dello scorso anno, bissando il successo in questa 41a edizione, l'equipaggio di il Beneteau First 45, guidato congiuntamente da Maya, Christoph e Aaron Podesta, fa qualcosa che nessuna barca è riuscita a fare dal 1980: vincere due edizioni consecutive. La saga della famiglia Podestà nella leggenda della corsa, iniziata da padre Arthur nel 1968, continua a crescere.

L'equipaggio di Elusive è un gruppo straordinariamente unito. La preparazione della loro barca è dettagliata ed esemplare. Quest'anno è stato complicato dalla necessità di considerare l'allontanamento sociale e mantenere le bolle familiari. È una vera squadra, ogni membro porta qualcosa di speciale al mix. Così strettamente legati sono i quattro protagonisti principali, i tre fratelli Podestà e il navigatore, David Anastasi, che hanno anche considerato di non correre affatto se uno di loro si fosse ammalato prima della partenza.

"È un risultato enorme aver vinto questa gara negli anni passati", ha affermato con entusiasmo Christoph “È già difficile vincere la gara, quindi vincerla due volte di fila è enorme, qualcosa di cui saremo tutti molto orgogliosi per molto tempo a venire. Stiamo navigando con la nostra barca di famiglia, con un team di famiglia e sto lottando per trovare le parole per descrivere la sensazione! "

"È abbastanza surreale che siamo riusciti a salire di nuovo sul podio", ha confermato Maya. “La gara significa molto per noi. Abbiamo lavorato molto duramente per preparare la barca, proprio come se fosse un qualsiasi altro anno. Niente viene facilmente e abbiamo lavorato molto duramente per spingere, spingere, spingere."

Anche per Aaron, la dimensione del successo sta prendendo tempo con l'alba, forse riflettendo la stanchezza impressa sul suo viso mentre scendeva a terra dopo quasi cinque giorni in mare: "In genere, una Rolex Middle Sea Race è un mix di forza fisica e mentale. L'anno scorso è stato un buon mix dei due. Quest'anno, le condizioni di vento leggero lo hanno reso mentalmente molto impegnativo. Non puoi rilassarti per un minuto. C'erano buchi di vento ovunque, ogni angolo della gara aveva un "parcheggio". Dovevamo pianificare come uscire dai buchi il più velocemente possibile".

L'equipaggio di Elusive guarda al prossimo anno? "Siamo chiaramente abbastanza dipendenti dalla gara", ammette Christoph. “Non ho dubbi che inizieremo a scherzare tra noi su modifiche e miglioramenti, cogliendo le debolezze che abbiamo riscontrato con la barca e con noi stessi. Sono sicuro che continueremo a costruire su tutto il duro lavoro." Ci sono voluti 40 anni perché una barca vincesse due volte di fila. Perchè non scommettere che il prossimo anno sarà un tris.

Entro le ore 1700 CEST, 25 yacht avevano completato il corso con cinque yacht ritirati. Nella battaglia per la vittoria assoluta nella flotta monoscafo, il ClubSwan 50 Balthasar (BEL) occupa il secondo posto e lo yacht maltese Ton Ton Laferla, con skipper Jonathan Gambin, si trova al terzo posto.

Responsabilità editoriale di Saily.it