L'estate dei Mini650, su e giù per Biscaglia

Les Sables-Acores-Les Sables 2020 (edizione straordinaria)

Responsabilità editoriale Saily.it

IL VIDEO DEGLI ARRIVI A ROSCOFF - Ferragosto di arrivi per la seconda tappa della più importante regata dell'anno per i Mini 650. Poco più di 4 giorni di intensa navigazione. Nei Proto 7° Federico Cuciuc, 13° Domenico Caparrotti. In Serie: 20° (con grande rimonta) Luca Del Zozzo, 25° Giovanni Mengucci. Report della regata. Il 19 agosto parte la terza tappa di 900 miglia che scende ancora lungo la costa spagnola

 

di Christophe Julliand

Si è conclusa sabato 15 agosto, la seconda tappa della Les Sables Les Açores en Baie de Morlaix, principale regata riservata ai Mini 650 del circuito atlantico. E' stata una prova in due tempi : prime 48 ore lente senza o con pochissimo vento fino alla punta della Bretagna, vento più stabile poi, sempre dai settori occidentali per la doppia traversata della Manica tra Wolf Rock e l'arrivo a Roscoff.

Prototipi: Bouroullec da padrone - Tra i prototipi, come durante la prima tappa, Tanguy Bouroullec e il suo Pogo foiler Cerfrance 969 hanno dominato dall'inizio alla fine. Lo skipper francese ha consolidato il suo vantaggio proprio sull'ultimo bordo di lasco fino al traguardo e concluso il percorso di 470 miglia in 4 giorni, 4 ore e 6 minuti. Il secondo classificato Antoine Perrin (Hydroprocess 850) è arrivato un'ora e 45 minuti dopo. Terza posizione finale per la russa Irina Gracheva (Canopus 800) che è rimasta al secondo posto per gran parte del percorso fino alla boa di Wolf Rock, Gracheva chiude a meno di mezz'ora del secondo e conserva il secondo posto in classifica generale.

Sempre tra i prototipi, i nostri Federico Cuciuc (Casa Marzia 667) ha tagliato il traguardo in 4 giorni, 13 ore e 33 minuti, al settimo posto. Mentre Domenico Caparrotti (Giallona (335), tredicesimo, ha impiegato 4 giorni, 16 ore e 8 minuti.

VIDEO ARRIVI A ROSCOFF (PROTOTIPI)

Serie : distacchi minimi e giochi aperti - Tra le barche di Serie, la battaglia è stata decisamente più aperta per i primi posti, mentre sono sette i concorrenti che non hanno completato il percorso o si sono ritirati (un solo DNF tra i prototipi). Autore di un inizio di regata strepitoso, Quentin Riché (Eliott 947) chiude e vince la prova in 4 giorni 12 ore e 20 minuti. Con i loro Maxi 650, il secondo classificato - Jezequel (Branchet/kpl 951) - e il terzo - Vicor D'ersu (Babouchka 985) - hanno tagliato la linea soltanto 47 secondi e 80 secondi dopo il vincitore di tappa che corre in Pogo 3. Come a dimostrare che, dopo il periodo di rodaggio, i Maxi 650, ovvero questi scow di Serie progettati da David Raison possono dare filo da torcere ai Pogo 3, fin qui grandi dominatori del circuito in categoria dei 650 di serie.

VIDEO ARRIVI A ROSCOFF (SERIE)

Ed è proprio a bordo di un Maxi 650, che Luca Del Zozzo (Race=Care 998) ha messo a segno una bellissima rimonta nella seconda parte del percorso. Lo skipper romagnolo che ci aveva detto di aver ancora tanto da scoprire sulla sua barca ha doppiato la punta della Bretagna oltre il trentesimo posto, arriva al traguardo ventesimo dopo 4 giorni, 14 ore e 40 minuti di una regata ricca di insegnamenti. Infine, il giovane Giovanni Mengucci, esordiente a bordo del suo Pogo 3 Alpha Lyrae chiude 25mo in 4 giorni, 15 ore e 18 minuti.

Meteo permettendo, la partenza della terza e ultima tappa di questa edizione speciale della Les Sables Les Azzorre è prevista per il martedì 19 agosto: in programma quasi 900 miglia tra Roscoff e Les Sables d'Olonne passando per Wolf Rock di nuovo e le coste della Galizia spagnola.

CARTOGRAFIA E CLASSIFICHE

Responsabilità editoriale di Saily.it