Regate e prudenza anti-Covid

Documento FIV

Responsabilità editoriale Saily.it

PER GARE IN CALENDARIO FINO AL 15 APRILE - Le indicazioni di prudenza emerse dalla riunione con le associazioni delle classi interessate da manifestazioni in calendario CONI fino al 15 aprile, seguono le nuove regole nazionali di contrasto al Covid. Qui il testo della raccomandazione a tutte le autorità organizzatrici

 

La  Federazione Italiana Vela,  stante  l’evoluzione  della  situazione  epidemiologica  sul territorio  nazionale,  ha  ritenuto  convocare  un  incontro  con  le  associazioni di classe interessate alle manifestazioni sportive inserite nel calendario regate sino al 15.4.2021 approvato dal CONI e richiamato nel  DPCM del 2.3.2021, attualmente in vigore, al fine di  valutare  l’opportunità  di  disciplinare  ulteriori  misure  di  prevenzione  secondo  le  richieste che sono pervenute da alcuni Affiliati organizzatori , su delega FIV, degli eventi di cui sopra. 

All’esito  dell’incontro  la  Federazione  Italiana  Vela  conferma  che  il  “Protocollo  di  regolamentazione delle misure per il contrasto ed il contenimento della diffusione del Covid-­‐19”,  approvato  dal  CONI  e  dall’Ufficio  Sport  dell’ex  Ministero  delle  politiche  giovanili e dello Sport -­‐ nel proseguio PROTOCOLLO -­‐ è stato costantemente aggiornato alla  evoluzione  della  situazione  pandemica  ed  ha  tenuto  conto  dei  provvedimenti  governativi  connessi  ribadendo  che  costituisce  il  riferimento  normativo  richiamato  dai provvedimenti  governativi  e  dai  provvedimenti  autorizzativi  del  CONI  allo  svolgimento  delle manifestazioni sportive ritenute di interesse nazionale. 

Nel  contempo,  tenuto  conto  che  le  Autorità  locali  possono  emanare  misure  più  restrittive  dei  provvedimenti governativi  autorizzativi  allo  svolgimento  delle competizione  veliche  e  che  alcune  delle  regate  inserite  nel  calendario  regate  sino  al  15.4.2021 avranno una presumibile elevata partecipazione tale da rendere non agevole il  rispetto  del  distanziamento  sociale  ritenuta  misura  preventiva  fondamentale  di  contrasto alla diffusione del virus Covid-­‐19 

INVITA

  • gli  Affiliati  Organizzatori,  qualora  un’Autorità  locale  (quali  autorità  marittima, Sindaco,Capitaneria  di  Porto,  Autorità  Demaniale  ecc.)  richieda  l’applicazione  di ulteriori misure preventive di contrasto al COVID 19 oltre al PROTOCOLLO FIV, a darne informazione  tempestiva  agli  Uffici  federali  (spasn@federvela.it)  e  riportare  le  dette misure nel Bando di Regata.
  • gli Affiliati Organizzatori di una regata inserita nel calendario CONI, con un numero presumibile di scritti inferiore a cento, qualora ritenessero indispensabile l’applicazione di ulteriori misure preventive specifiche rispetto al PROTOCOLLO FIV, a concordate tali misure con  la  classe  velica  coinvolta  nella  manifestazione  che  assumeranno  valore  di Regolamento di accesso alla struttura organizzatrice che costituirà un allegato al Bando di  Regata.  In  nessun  caso  dette  misure  saranno  intese  quali  integrazioni  al PROTOCOLLO. Qualora tali misure comportino un costo, tale onere NON dovrà gravare sugli iscritti alla regata oltre la normale quota d’iscrizione prevista per la manifestazione e detto costo sarà interamente a carico dell’Affiliato richiedente.
  • gli Affiliati Organizzatori di una regata inserita nel calendario CONI, con un numero presumibiledi  scritti  inferiore  a  cento,  che  vogliano  prevedere  l’esecuzione  di  un tampone  quale  misura  ulteriore  di  prevenzione,  a  considerare  il  tempo  richiesto  agli  iscritti  alla  regate  per  il raggiungimento  della  sede  della  manifestazione.  Si  sconsiglia richiedere  l’esecuzione  di  tampone  molecolare  (PCR)  previsto  per  gli  sport  professionistici.  L’eventuale  costo  del  tampone  richiesto  sarà  interamente  a  carico dell’Affiliato richiedente. Si dovrà inoltre prevedere la possibilità per tutti i partecipanti di poter effettuare il tampone direttamente in loco indicando un presidio certificato.  

Nel contempo la Federazione Italiana Vela 

RACCOMANDA

che  nelle  regate  che  si  presume  possano  avere  oltre  cento  atleti  iscritti,  il  Bando  di  Regata includa la eventualità di richiedere agli atleti di presentare obbligatoriamente la certificazione attestante l’effettuazione di almeno un tampone antigenico per Covid 19 con  esito  negativo,  rilasciato  da  una  struttura  sanitaria  o  ente  accreditato,  effettuato  nelle 48 ore antecedenti il primo giorno di regata.  

In  tal  caso,  alla  chiusura  delle  iscrizioni,  che  deve  avvenire  10  giorni  prima  dell’inizio  della  manifestazione  come  previsto  dal  PROTOCOLLO,  I’Affiliato  organizzatore  dovrà pubblicare sul proprio sito un comunicato ufficiale con il quale renderà noto agli iscritti la  obbligatorietà  del  certificato  attestante  l’effettuazione  di  almeno  un  tampone  antigenico per Covid 19 secondo le indicazioni di cui sopra.  

Analoga  comunicazione  dovrà  essere  effettuata  dalla  associazione  di  classe    coinvolta  nell’evento sportivo.  

Si  dovrà  prevedere  la  possibilità  per  tutti  i  partecipanti  di  poter  effettuare  il  tampone  direttamente in loco indicando nel Bando di Regata un presidio autorizzato.  

Responsabilità editoriale di Saily.it