Percorso:ANSA > Mare > Uomini e Mare > Pirateria: familiari Savina Caylyn,ora meglio silenzio stampa

Pirateria: familiari Savina Caylyn,ora meglio silenzio stampa

Presidio davanti a società armatrice Flli d'Amato

28 settembre, 18:39
PIRATERIA: LA PETROLIERA SAVINA CAYLYN PIRATERIA: LA PETROLIERA SAVINA CAYLYN

 (ANSA) - PROCIDA (NAPOLI), 28 SET - Silenzio stampa è quanto chiedono i familiari dei marittimi sequestrati a bordo della Savina Caylyn dopo l'incontro tenutosi in mattinata a Palazzo Chigi tra il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Gianni Letta, e Luigi D'Amato, armatore della petroliera ostaggio dei pirati dallo scorso mese di febbraio al largo delle coste somale.

"In questo momento è opportuno il 'silenzio stampa'' fanno presente all'unisono Nunzia Nappa, moglie del comandante della Savina Caylyn e Maria Valeria Barone del coordinamento 'Liberi Subito'.

La decisione di tutti i familiari dei marittimi sequestrati sulla Savina Caylyn è stata maturata - si apprende da Maria Valeria Barone - nel corso del presidio davanti alla sede della società armatrice F.lli d'Amato. Il presidio entro la serata sarà smobilitato.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati