Percorso:ANSA > Mare > Nautica e Sport > Vele d'epoca ad Imperia, debutto di Eilean dopo il restauro

Vele d'epoca ad Imperia, debutto di Eilean dopo il restauro

Una festa per celebrare il ritorno della 'regina del mare'

09 settembre, 11:55
Vele d'epoca ad Imperia Eilan Vele d'epoca ad Imperia Eilan

(ANSA) - GENOVA, 7 SET - In occasione delle Vele d'Epoca di Imperia fà il suo debutto italiano anche EILEAN, il ketch bermudiano di 22 metri, progettato e costruito nel 1936 nei leggendari cantieri scozzesi Fife, recentemente ritornato al suo splendore dopo un restauro filologico e conservativo durato oltre tre anni. L'acquisto e il restauro di Eilean sono stati promossi da Officine Panerai, la società fiorentina di alta orologeria che sponsorizza il Classic Yachts Challenge.

Per celebrare il ritorno alle regate di questa "Regina del del Mare", una vera festa per tutti gli appassionati di vele d'epoca, in banchina è allestita una mostra che, attraverso pezzi originali della barca e fotografie di carattere storico, ripercorre il lungo cammino che ha portato al salvataggio e alla rinascita di Eilean.

Oltre ad Eilan, fra le 'signore del mare', iscritte figurano:

ATLANTIC: goletta del 1903, l'imbarcazione più grande tra le iscritte, è divenuta famosa per la vittoria nella Kaiser Cup, regata dagli Stati Uniti all'Inghilterra, indetta dall'Imperatore Guglielmo II di Germania.

BONA FIDE: tra le più antiche, del 1899, ma antesignana di forme e soluzioni idrodinamiche sviluppate dopo quasi un secolo; vincitrice delle Olimpiadi di Parigi del 1900.

CORSARO II: costruito nel 1960 dai famosi cantieri Costaguta, su progetto dello studio Sparkman & Stephens, è nave scuola della Marina Militare Italiana; come tale ha partecipato a moltissime regate oceaniche quali la Transpacific, Los Angeles Honolulu di oltre 2.000 miglia.

CAMBRIA: disegnato da W. Fife III e costruito dagli omonimi cantieri nel 1928, è l'unico 23 Metri stazza internazionale tuttora navigante, che non sia stato trasformato, negli anni '30, in J Class.

TUIGA: uno dei 5 15 Metri stazza internazionale tuttora esistenti, costruito per un Duca spagnolo; attualmente è il portabandiera dello Yacht Club di Monaco.

MARIGOLD: costruita nel 1892, è l'imbarcazione più antica tra quelle iscritte.

ROWDY: splendido sloop nato dalla penna del progettista americano Herreshoff si è aggiudicato il primo posto tra le barche d'epoca nel Panerai Classic Yachts Challenge del 2009. EMILIA: progettato da Attilo Costaguta quale regalo del Senatore Giovanni Agnelli al cognato Carlo Nasi, sarebbe stato il secondo 12 Metri italiano dopo La Spina, dopo diverse modifiche e passaggi di proprietà, è tornato alla sua forma originaria con l'attuale armatore. L'equipaggio veste Armani! CHAPLIN: disegnato nel 1974 da Carlo Sciarrelli, è stato donato dall'armatore Giovanni Novi alla Marina Militare nel 2009, nello stesso anno ha vinto il Panerai Classic Yachts Challenge nella categoria barche classiche.

ORION: splendida goletta nata 100 anni fa dalla magica matita di Charles E. Nicholson, varata nel 1910 nei cantieri Camper & Nicholson di Gosport, in Inghilterra. Nata con il nome di Sulvana, ha avuto una vita molto travagliata, con molti cambi di armatore, di nome e di bandiera, passando da quella inglese con cui è nata a quella francese, spagnola italiana, norvegese. L'ultimo armatore è di nazionalità svizzera e ha riportato Orion all'antico splendore, con l'armo a schooner aurico e gli interni fedeli ai disegni originali.

© Copyright ANSA - Tutti i diritti riservati