Jason Day 'divorzia' dallo storico allenatore Swatton

Lo aveva conosciuto a 12 anni in collegio dopo la morte del papà

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 30 LUG - Dopo 20 anni di collaborazione, con l'apice raggiunto nel marzo 2016 con la leadership mondiale, si dividono le strade di Jason Day e dello storico allenatore Colin Swatton.
    L'annuncio è stato dato dal golfista australiano a poche ore dall'inizio del WGC FedEx St. Jude Invitational, torneo del World Golf Championship (il mini circuito mondiale) in programma fino a domenica a Memphis.
    "Abbiamo percorso insieme una strada lunga e ricca di successi - il saluto di Day a Swatton - ma adesso penso sia arrivato il momento di cambiare e lavorare da solo per quel che riguarda il mio swing nel golf. Per me Colin è stato molto più di un allenatore o un caddie. Gli sarò sempre grato per tutto ciò che ha fatto. La nostra amicizia continuerà fuori dal campo".
    "E' stato un privilegio lavorare con Jason - la risposta di Swatton - lo conosco sin da quando era solo un bambino e insieme abbiamo condiviso un percorso che ci ha portato fino in cima al mondo".
    Day, oggi 32enne, ha cominciato a lavorare con lo swing coach Swatton quando aveva solo 12 anni e si trovava in un collegio di golf australiano. Dov'era stato iscritto dalla mamma Dening dopo aver perso il papà Alvin malato di cancro. Day dopo quella tragedia ha cominciato a saltare la scuola, bere alcolici e fare a botte per strada. Al collegio la rinascita grazie anche all'incontro con Swatton.
    Per la prima volta nella Top 10 mondiale nel 2011, quattro anni dopo (2015) insieme hanno vinto il PGA Championship, uno dei 4 Major del golf maschile. Nel 2016, dopo l'exploit nel WGC, ecco la leadership mondiale (occupata per quasi un anno).
    Dunque qualche infortunio e diversi risultati non soddisfacenti.
    Ora Day vuole ripartire, ma senza Swatton. Persona che continuerà a frequentare fuori dal green, e a cui deve i suoi più grandi successi. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA