PGA Tour, Travelers inizia tra lo spavento

Champ e caddy McDowell positivi al Covid-19, oggi altri test

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Alla vigilia del Travelers Championship altri due casi di positività al Coronavirus scuotono il PGA Tour di golf. Dopo Nick Witney anche un altro player americano, Cameron Champ (numero 79 del world ranking), ha contratto il Covid-19 (è ora in isolamento) e con lui pure Ken Comboy, caddie di lunga data di Graeme McDowell, vincitore dello US Open 2010 che ha deciso di ritirarsi dall'evento e oggi si sottoporrà a un nuovo tampone (dopo quello negativo di lunedì scorso) prima di prendere un volo privato per la Florida e decidere se mettersi in quarantena per proteggere la sua famiglia.
    E così il terzo evento post lockdown del massimo circuito americano, in programma - a porte chiuse - da domani a domenica 28 giugno a Cromwell, nel Connecticut, è pronto a prendere il via tra la paura e le polemiche.
    McDowell ieri ha giocato un round di pratica al fianco di Brooks Koepka (ex numero 1 mondiale) e del fratello Chase. Con loro anche Shane Lowry, vincitore dell'Open Championship 2019, ma pure un caddy e un allenatore che oggi saranno nuovamente sottoposti al tampone.
    Vigilia dunque agitata sul percorso del TPC River Highlands, dove scenderanno in campo 9 tra i migliori 10 giocatori al mondo. Tra questi l'unico assente sarà l'australiano Adam Scott, ancora fermo ai box.
    All'appello tutti i primi 10 della FedEx Cup, ma ancora una volta mancherà l'uomo più atteso: Tiger Woods. Per la prima volta dallo ZoZo Championship 2019 Rory McIlroy, re del green, non sarà il favorito assoluto della vigilia. Il trionfo del nordirlandese per i bookmakers americani vale 12 volte la posta, esattamente come quello di Justin Thomas (terzo nel world ranking), reduce da due Top 10 consecutive.
    Chance di successo per altri big come Jon Rahm (ancora non al meglio della condizione), Bryson DeChambeau e Webb Simpson che, nel RBC Heritage, ha colto la settima vittoria sul circuito prendendosi anche la leadership della FedEx Cup. Da tenere d'occhio (tampone permettendo) anche Koepka.
    Nel field pure Bubba Watson, autore di 3 successi (il record è di Billy Casper, quattro trionfi) nel torneo, la cui prima edizione s'è giocata nel 1952. E ancora: Phil Mickelson (protagonista del back-to-back nel 2000-2001) e Dustin Johnson uscito, per la prima volta dal 2016, dalla Top 5 del world ranking (ora è sesto). Senza dimenticare Jim Furyk, ex capitano Usa alla Ryder Cup 2018 che, sul percorso del TPC River Highlands ha firmato, nel 2016, un parziale show di 58 colpi, diventando il primo giocatore del PGA Tour a riuscire nell'impresa.
    Torna sul green Patrick Cantlay, che ha saltato i primi due appuntamenti di ripresa. In palio un montepremi complessivo di 7.400.000 dollari, in un evento che prevede un rafforzamento ulteriore delle misure di sicurezza.
    Ancora una doccia fredda per il PGA Tour, costretto a fare i conti con altri due casi di positività al Covid-19, minaccia che torna a spaventare il massimo circuito americano di golf maschile. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA