Presidents Cup, Woods in pachina e Usa limano svantaggio

Resto del Mondo avanti 10-8. Volata finale, singoli decisivi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Dopo aver tenuto a galla la sua squadra nei primi due giorni di gare Tiger Woods (capitano e giocatore) in Australia si mette in panchina e gli Stati Uniti accorciano il gap con il Team Internazionale (giocatori europei esclusi) che, nella 13/a edizione della Presidents Cup, resta avanti con il punteggio di 10-8.
    A decidere la super sfida biennale, modello Ryder, a Melbourne saranno i 12 incontri di singolo.
    Tra lo stupore anche del capitano avversario, Ernie Els, Woods nel terzo round non ha giocato né i match di fourball (quattro) né le altrettante sfide foursome. L'America ha vinto 3 partite, mentre il Resto del Mondo è riuscita a portarne a casa "solo" due. Tre i duelli finiti in parità e così, dal 6.5-3.5 s'è passati al 10-8.
    Il primo punto di giornata (nei fourball) va agli States che, con il duo Justin Thomas/Rickie Fowler supera per 3&2 Haotong Li/Marc Leishman.
    Ma il Team Internazionale reagisce, e con Abraham Ancer/Sunjae Im domina (3&2) la concorrenza di Patrick Cantlay/Xander Schaeuffele. Pan Cheng-tsung/Hideki Matsuyama infliggono un colpo durissimo (5&3) a Patrick Reed/Webb Simpson, con gli Usa che rischiano di affondare sotto i birdie degli avversari. Ma quando tutto sembrava ormai perso a regalare il primo pareggio di giornata ci hanno pensato alla buca 18 Tony Finau e Matt Kuchar, abili ad arrestare la cavalcata di Ben An/Adam Scott.
    Nei foursome l'aria cambia e Gary Woodland/Dustin Johnson annichiliscono (2&1) Scott/Oosthuizen. Quindi Fowler/Thomas trovano il pari con Ancer/Leishman. A riportare sotto la compagine a stelle e strisce ci pensano Schauffele e Cantlay che trovano la prima vittoria in coppia superando (2&1) Im/Smith.
    L'ultimo match, quello Finau/Kuchar e Joaquin Niemann/Ben An finisce in perfetto equilibrio.
    Gli Usa restano in scia e la gara si scalda con il caddie di Reed (uscito sempre sconfitto in questa edizione del torneo) che litiga con un fan avversario.
    E ora la resa dei conti con l'America che in Australia insegue l'11/a vittoria mentre il Team Internazionale, 21 anni dopo l'ultimo successo (1998), punta al bis. Un solo pareggio tra i due Team, nel 2003 in Sudafrica. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA