Open, all'Olgiata campo spettacolo

Apprezzamenti da big e turisti, “è stato come accudire un

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 15 OTT - Il 76° Open d'Italia ha regalato spettacolo anche grazie a un campo perfetto, quello dell'Olgiata Golf Club, esaltato non solo dai campioni internazionali del "green", ma anche da appassionati e turisti golfisti stranieri che già hanno richiesto informazioni e prenotato viaggi per poterlo provare da vicino. "Un successo dettato da passione e programmazione". Dopo tanto lavoro Francesco Modestini, responsabile dei greenkeeper, insieme alla sua squadra si gode i risultati di un lavoro che parte da lontano. "Curare un campo del genere - racconta all'Ansa - è come accudire un bimbo. Ogni giorno si ricomincia da capo e sempre con la solita attenzione e lo stesso amore.
    Abbiamo lavorato a testa bassa per un anno, ma il merito è anche dell'architetto Jim Fazio che, ormai 8 anni fa, ha effettuato un restyling determinante al percorso di gara. Un plauso anche al presidente dell'Olgiata Giovanni Sernicola, all'European Tour, alla Federazione Italiana Golf (FIG, ndr) e ad Alessandro Rogato, presidente del Comitato Organizzatore".
    Trentasette persone a lavorare per regalare ai big un campo sorprendente. A tarda sera, di notte, la mattina presto: senza soste. "E' servita tanta abnegazione" rivela Stefano Boni, consulente ambientale della sezione tappeti erbosi della Fig e tra gli artefici di questo risultato. "Ore e ore di lavoro - spiega - per raggiungere un obiettivo. Abbiamo potuto contare anche sul supporto di venti volontari, buona parte stranieri, sempre più determinanti nella marcia di avvicinamento alla Ryder Cup 2022. Un'iniziativa partita anche grazie all'impegno della FIG guidata da Franco Chimenti". Professionisti seri ed organizzati, che vegliano con occhi vigili sui campi da golf. I greenkeeper, agronomi specializzati in patologia vegetale, entomologia, chimica e scienza del suolo, non possono permettersi passi falsi. "Mai come oggi - ha tenuto a sottolineare ancora Boni - i campi da golf rappresentano oasi naturali tra alberi e ostacoli d'acqua che danno vita a una biodiversità enorme con il totale abbattimento di fitofarmaci".
    E una particolare attenzione all'ottimizzazione delle risorse idriche e all'energie rinnovabili. Greenkeeper e volontari, ecco le ricchezze del golf. Categorie irrinunciabili che all'apparire preferiscono l'essere.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA