Expo Dubai 2020

  1. ANSA.it
  2. Expo Dubai 2020
  3. News
  4. >ANSA-INTERVISTA Metalloinvest,'partner Europa in acciaio green'

>ANSA-INTERVISTA Metalloinvest,'partner Europa in acciaio green'

Aziende italiane 'nostri più importanti partner' in mercato Hbi

Redazione ANSA DUBAI

(ANSA) - DUBAI, 05 DIC - "Metalloinvest è e sarà un partner chiave per l'industria europea dell'acciaio nella trasformazione verso una bassa impronta carbonica. Crediamo che giocheremo un ruolo importante in questa trasformazione". Ad affermarlo è Nazim Efendiev, amministratore delegato del colosso russo dell'acciaio Metalloinvest, che in un'intervista all'ANSA a margine dell'evento "Russia Forum: Driving the Future" a Expo 2020 Dubai, sottolinea come la sua azienda voglia "supportare le compagnie europee nella riduzione della loro impronta di carbonio" perché "siamo la compagnia numero uno al mondo in Hbi", il ferro bricchettato a caldo, il cui utilizzo permette emissioni di Co2 inferiori del 35% rispetto al tradizionale ciclo tecnologico che comprende la produzione di ferro caldo e la produzione di acciaio con ossigeno.
    Nel 2021, gli investimenti di Metalloinvest dovrebbero raggiungere i 700 milioni di dollari, e nel 2022-2024, secondo stime preliminari, la spesa in conto capitale dovrebbe oscillare tra gli 800 e il miliardo di dollari. "La nostra strategia è di essere base per l'evoluzione dell'industria dell'acciaio per essere più verde. Ci muoviamo nel quadro di questa strategia" e in questo senso, nel futuro "i nostri principali progetti sono la realizzazione di due impianti di Hbi", ognuno dei quali "costerà circa 600 milioni di dollari di investimento" e avrà "una capacità di produzione di 2 milioni di tonnellate di Hbi", spiega l'ad. I progetti "rafforzeranno la nostra leadership nel mercato Hbi", dove "oggi siamo al primo posto" con una quota di mercato di oltre il 50%. "Ne produciamo più di 4,5 milioni di tonnellate all'anno" e "con un surplus di 4,4, raggiungeremo 9 milioni di tonnellate di Hbi", aggiunge l'amministratore delegato, sottolineando come Metalloinvest abbia una "importante cooperazione con i produttori di acciaio europei, in particolare nell'Hbi". E in questo mercato, "le aziende italiane sono i nostri più grandi, importanti e amati partner, come Arvedi e Ferriere Nord, due grandi clienti di Hbi".
    Metalloinvest è convinta che trarrà benefici dalla transizione per diventare verde. Yuri Gavrilov, direttore per le Strategie di Metalloinvest, sottolinea che quest'anno l'azienda ha sviluppato e approvato una strategia ambientale a lungo termine per ridurre le emissioni di Co2 del 7% entro il 2025 e, attraverso l'uso di idrogeno a bassa emissione carbonica, ridurre le emissioni del 77% entro il 2036. Oggi "non c'è altra scelta", afferma Efendiev: "l'Unione europea entro il 2050 e la Russia entro il 2060 hanno dichiarato l'obiettivo di raggiungere la neutralità carbonica. Abbiamo 30 anni per raggiungere questo obiettivo". Per l'amministratore delegato, nemmeno le tensioni diplomatiche tra Europa e Russia potranno fermare questa transizione. "Ci sono differenze tra Paesi, ma abbiamo una idea principale: dobbiamo salvare il nostro pianeta e non si può fare dividendo le forze".
    Per Metalloinvest, Expo Dubai "è una ottima opportunità per mostrare la nostra compagnia come innovativa". All'esposizione universale "si parla di futuro, ma è difficile farlo per un settore come l'acciaio", dice Efendiev. "Tutti pensano che sia un settore noioso, sporco, che non ha futuro. Ma non è corretto: il nostro settore è intelligente, flessibile, possiamo convertirci da una industria sporca in una verde e sappiamo come farlo", e come Metalloinvest "siamo uno dei più grandi attori in questo processo". Il segreto, secondo il colosso russo, è la tecnologia "come l'acciaio elettrico, che permette di produrre acciaio di alta qualità con meno emissioni", e l'uso dell'idrogeno, al quale "la Russia è molto interessata perché è un Paese con enormi risorse di energia verde". Il futuro "è chiaro", conclude l'ad: utilizzando l'acciaio elettrico e l'idrogeno, possiamo produrre acciaio a impatto carbonico zero.
    E non parliamo di fantasia, ma di pochi anni in cui vedremo questa trasformazione". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: