A eurodeputati Ppe e commissione Ambiente i dossier più importanti del pacchetto clima

Iniziata la distribuzione dei dossier, decisione definitiva a ottobre

Redazione ANSA

Sono quasi fatti i giochi per la nomina dei relatori e la distribuzione dei dossier del pacchetto clima, noto anche come Fit for 55, tra i gruppi politici e le commissioni dell'Europarlamento. Il Gruppo del Partito Popolare si aggiudica i file più importanti, e la commissione Ambiente sarà quella di competenza sulla maggior parte dei regolamenti.

Una decisione definitiva sulla distribuzione dei file e sui nomi dei rapporteurs è prevista all’inizio di ottobre. Vediamo la lista finora:

Pieter Liese (Germania, Ppe, commissione Ambiente): riforma Ets
Esther de Lange (Olanda, Ppe, commissione Ambiente): fondo sociale per il clima
Jessica Polfjard (Svezia, Ppe, commissione Ambiente): regolamento sulla condivisione dello sforzo di riduzione (effort sharing)
Suncana Glavak (Croazia, Ppe, commissione Ambiente): Ets per l’aviazione
Markus Pieper (Germania, Ppe, commissione Industria): nuova Direttiva rinnovabili

Johan van Overtveldt (Belgio, Ecr, commissione Finanze): tassazione dell'energia

Mohammed Chahim (Olanda, S&D, commissione Ambiente): carbon tax alle frontiere, anche conosciuta con l’acronimo CBAM
Cyrus Engerer (Malta, S&D, commissione Ambiente): riserva di mercato dell’Ets

Jan Huitema (Olanda, Renew, commissione Ambiente): nuovi limiti di emissione per auto e furgoni

Ville Niinisto (Finlandia, Verdi, commissione Ambiente): regolamento sulle emissioni delle foreste e del cambiamento dell'uso dei suoli (Lulucf).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: