Unep, sempre più paesi al mondo hanno standard di qualità dell'aria

Ma restano lacune nei dati e i target Oms restano lontani

Redazione ANSA

Nel 2020, diciotto paesi in più rispetto al 2020 hanno adottato nuovi standard sulle emissioni dei veicoli equivalenti a Euro 4 o superiori. E' uno dei dati del Rapporto "Actions on air quality" dell'agenzia per l'ambiente dell'Onu Unep, che passa in rassegna tutte le misure prese a livello globale per migliorare la qualità dell'aria.

Secondo il documento, 124 paesi nel mondo (circa due terzi) si sono dotati di standard nazionali di qualità dell'aria, 17 in più rispetto a quanto riportato nel 2016. Tuttavia, solo il 9% di questi aderisce ai limiti stabiliti dalle linee guida dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms).

Aumentano i paesi che hanno adottato programmi che promuovono cucina e riscaldamento meno inquinanti, e quelli che regolano rigorosamente la combustione dei rifiuti solidi e mettono a disposizione incentivi per promuovere l'agricoltura sostenibile. Ma tra i 124 paesi con standard di qualità dell'aria, solo 57 monitorano continuamente l'inquinamento atmosferico e 104 non dispongono di infrastrutture di monitoraggio in atto.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: