Berlino apre un'indagine antitrust su Apple e il suo App Store

Dopo aver ricevuto diverse denunce su possibili pratiche anti-concorrenziali

Redazione ANSA

L'Antitrust tedesco ha reso noto di voler avviare una procedura di inchiesta su Apple sulla base di una nuova legge che rafforza i suoi poteri di azione contro i colossi digitali. L'ente addetto alla concorrenza vuole accertare se il colosso Usa abbia una posizione dominante sul mercato. "L'Ufficio ha ricevuto diverse denunce contro possibili pratiche anti-concorrenziali", si legge in una nota dell'autorità, nella quale si sottolinea che "l'indagine si concentrerà sul funzionamento dell'App Store, poiché in molti casi consente ad Apple di influenzare le attività di terzi".

Le autorità dovranno stabilire se l'azienda gode di "importanza primaria sui mercati". Tale qualificazione deriva da alcuni specifici obblighi, quali "il divieto di autoreferenzialità", o l'istituzione di "barriere all'ingresso" sulle proprie piattaforme. La nuova legge tedesca per il mercato digitale si rivolge principalmente alle Big Tech, accusate di approfittare di una posizione di monopolio in Europa, e anticipa in un certo modo il pacchetto Ue ora al vaglio delle istituzioni comunitarie (Digital Services Act-Digital Markets Act).

L'App Store è l'unica piattaforma di download di app disponibile sui dispositivi venduti da Apple. Questa situazione gli conferisce una "posizione di potere difficile da attaccare per altre società", secondo l'Antitrust tedesco. L'indagine arriva mentre il gruppo americano sta affrontando una causa negli Stati Uniti intentata dall'editore di giochi online Epic Game, che lo accusa di aver abusato di una posizione dominante proprio sull'App Store. L'editore del fenomeno di gioco Fortnite vorrebbe in particolare che Apple autorizzasse piattaforme alternative sull'iPhone al fine di aprire il mercato della distribuzione delle applicazioni. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: