Migranti: FdI difende Frontex, in Grecia ha fatto suo dovere

Procaccini, agenzia e suo direttore bersaglio della sinistra

Redazione ANSA BRUXELLES
(ANSA) - BRUXELLES, 24 FEB - "Ci troviamo di fronte all'ennesimo attacco politico nei confronti dell'Agenzia Frontex, colpevole solo di aver fatto il proprio lavoro. Ovvero di aver aiutato il governo greco nel contrasto dell'immigrazione illegale." Così l'eurodeputato di Fratelli d'Italia (gruppo dei Conservatori Ue, Ecr) Nicola Procaccini commenta la richiesta esaminata oggi dalla Commissione parlamentare, di posticipare l'approvazione del discarico di bilancio all'Agenzia Frontex per l'anno 2019.

"La verità è che la sinistra al Parlamento europeo non ha mai digerito le parole del direttore Leggeri, al quale si vuole far pagare il coraggio di aver dimostrato come la presenza di navi Ong in mare faciliti l'attività dei trafficanti di esseri umani", ha detto Procaccini, secondo il quale la decisione di posticipare la concessione del discarico di bilancio si colloca "in un disegno più ampio, quello di ottenere le dimissioni di Leggeri nella speranza, chissà, di sostituirlo con un Direttore più in linea con l'aspettativa di trasformare Frontex in una sorta di ong al servizio dell'immigrazione illegale". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: