Ambiente: 35 comuni Marche aderiscono a Patto sindaci clima

Cerimonia a Comitato Ue Regioni. Lambertz, azione per i giovani

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - "Dobbiamo lasciare un futuro stabile, sicuro e sostenibile alle prossime generazioni". E' l'appello che il presidente del Comitato europeo delle Regioni (CdR), Karl-Heinz Lambertz, ha lanciato ai 35 sindaci marchigiani che da ieri sono a Bruxelles per una missione promossa da Regione, Anci e Svim, che ha al centro il clima e la politica di coesione. Fulcro della seconda giornata di lavori è stato il Patto dei sindaci per il clima e l'energia, a cui oggi hanno aderito formalmente i comuni marchigiani. Lambertz ha cominciato il suo discorso parlando di Greta Thunberg, la 15enne svedese che ha portato la sua protesta contro l'inattività della politica sul clima fino alla COP24.

 

"Io sono stato alla COP24, dove ci sono stati tanti incontri con delegazioni, ma poi è rimasto questo: il gesto forte di Greta. Da lì dobbiamo ripartire anche per una nuova narrativa", ha insistito Marco Dus, membro del CdR e autore di diversi pareri sulle politiche climatiche.

 

"Nella società della pancia e dell'immediatezza, a volte le politiche sul clima sono complicate da spiegare, per questo dobbiamo fare squadra", ha sottolineato il presidente di Anci Marche e sindaco di Senigallia, Maurizio Mangialardi. Nelle Marche "sono circa 90 i comuni che aderiscono al Patto, e la Regione ha individuato la sottoscrizione del Patto come criterio di priorità per la valutazione dei progetti nell'ambito dei bandi finanziati con risorse Fesr", ha sottolineato l'assessora regionale e ambasciatrice del Patto, Manuela Bora.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: