Documento Ue, razionamento coordinato se Mosca blocca gas

'su petrolio schema resta embargo, contatti per soluzione' 

Redazione ANSA

BRUXELLES, 12 MAG - Nel caso di un'interruzione improvvisa totale o parziale delle forniture di gas russo, i Paesi europei dovrebbero procedere con un "razionamento coordinato" sulla base del principio di solidarietà. Lo indica la Commissione europea nella bozza del piano RePowerEu che sarà presentato mercoledì 18 maggio, di cui l'ANSA ha preso visione. Per principio di solidarietà, spiega l'esecutivo comunitario, si intende "una riduzione della domanda di gas negli Stati membri meno colpiti a vantaggio di quelli più colpiti".

Sulla data della videoconferenza che Ursula von der Leyen dovrà tenere con i Paesi orientali dell'Ue sull'embargo al petrolio "non facciamo speculazioni. Consideriamo legittime le preoccupazioni di Paesi come Ungheria o Slovacchia e le discussioni per trovare una soluzione sono a tutti i livelli". Lo ha spiegato la portavoce della Commissione Ue Dana Spinant nel corso del briefing quotidiano e sottolineando come l'esecutivo europeo, in merito all'import di petrolio, ha analizzato eventuali soluzioni sanzionatorie alternative (come l'imposizione di dazi) ma alla fine ha optato per un embargo. "La nostra proposta è questa", ha aggiunto Spinant. "La situazione necessita di soluzioni pratiche, è una situazione complessa. Ci sono criticità tecniche che riguardano il trasporto, la raffinazione e la qualità del petrolio fornito", ha sottolineato ancora la portavoce.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: