In Italia si conferma la terza disoccupazione più alta d'Europa

Anche quella giovanile. Eurostat, dati di gennaio 2020

Redazione ANSA

BRUXELLES - In Italia la disoccupazione a gennaio 2010 è stabile al 9,8%, ma si conferma essere il terzo tasso più alto in Europa dopo Grecia (16,5% a novembre 2019) e Spagna (13,7%). Situazione analoga per la disoccupazione giovanile: Grecia (36,1% a novembre 2019), Spagna (30,6%) e Italia (29,3%). Lo riferisce Eurostat precisando che il tasso di disoccupazione nella zona euro si è stabilito al 7,4% a gennaio, stabile rispetto a dicembre 2019 ed in calo rispetto al 7,8% registrato a gennaio 2019. Come già a dicembre, si tratta del tasso più basso registrato nella zona euro da maggio 2008. Nella Ue a 27 a gennaio 2020 è stato pari a 6,6%, stabile rispetto a dicembre 2019 ed in calo rispetto al 6,9% di gennaio 2019. Tra gli Stati membri i tassi di disoccupazione più bassi a gennaio 2020 sono stati registrati in Repubblica Ceca (2,0%), Polonia (2,9%) e Paesi Bassi (3,0%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: