Pe, per noi candidata a procura Ue resta la romena Kovesi

Sassoli invierà lettera al Consiglio

Redazione ANSA

STRASBURGO - Su richiesta della Conferenza dei presidenti del Parlamento europeo, il presidente David Sassoli invierà nelle prossime ore una lettera al Consiglio per ricordare il pieno appoggio del Parlamento a Laura Codruta Kovesi in qualità di procuratore capo europeo. "In vista dell'incontro informale dei ministri della Giustizia e degli affari interni a Helsinki, il Parlamento desidera rinnovare il proprio impegno nei confronti di Laura Codruta Kovesi in qualità di candidato al Parlamento europeo per il procuratore capo europeo", ha dichiarato Sassoli. "E' fondamentale indagare e perseguire presunti crimini contro il bilancio dell'Ue, come la frode, la corruzione o le frodi Iva transfrontaliere il più rapidamente possibile", ha aggiunto.

Ai sensi dell'articolo 14 del regolamento che istituisce la Procura europea, "il Parlamento europeo e il Consiglio nominano di comune accordo il procuratore capo europeo per un mandato non rinnovabile di 7 anni, il Consiglio delibera a maggioranza semplice". La nomina del procuratore capo europeo è una codecisione del Pe e del Consiglio. Nel precedente mandato, la commissione per le libertà civili e la commissione per il controllo del bilancio hanno ascoltato i tre candidati selezionati da una giuria: Jean-Fran‡ois Bohnert dalla Francia, Laura Codruta Kovesi dalla Romania e Andres Ritter dalla Germania. Successivamente, entrambe le commissioni hanno scelto Kovesi.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: