Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Eschimesi a Strasburgo, difendiamo la caccia alla foca

Eschimesi a Strasburgo, difendiamo la caccia alla foca

Nessun pericolo estinzione, Ue salvi il nostro mercato

19 maggio, 18:43
Eschimesi a Strasburgo, difendiamo la caccia alla foca Eschimesi a Strasburgo, difendiamo la caccia alla foca
Correlati

STRASBURGO - Barbecue di carne di foca per dire basta alle bugie: la caccia alla foca e' al 100% ecologicamente sostenibile e autorizzata dalla legge. Inoltre, per questi animali non c'e' alcun rischio di estinzione. L'Europa quindi intervenga per salvare il mercato da una crisi verticale che va avanti da anni e sta mettendo in difficolta' l'economia di una vasta comunita'. Queste le parole d'ordine di un piccolo gruppo di Inuit, di eschimesi, che giunti dalla lontana Groenlandia stamattina hanno protestato fuori dalla sede del Parlamento di Strasburgo per difendere la caccia alla foca, un'attivita' fondamentale per la loro sopravvivenza. Un piccolo sit in arricchito da uno stand gastronomico, con tanto di offerta di fegato di foca alla griglia, e qualche performance di canzoni tipiche della zona.

Secondo questa campagna, l'ammontare totale delle foche cacciate in un anno e' pari a circa 200mila esemplari, su una popolazione totale di oltre 12 milioni. Gruppi di biologi marini stimano che la caccia potrebbe anche triplicare, senza avere alcun impatto sull'ecosistema. Inoltre, gli Inuit ricordano che tutta l'economia della Groenlandia e la stessa vita dei loro abitanti dipende in larga parte dalla caccia della foca: in quel Paese i prezzi al consumo dei beni di prima necessita' sono piu' alti di circa il 30% rispetto alla media europea. Solo nelle regioni meridionali del Paese e' possibile coltivare qualcosa, ma nella stragrande maggioranza dei villaggi nelle altre zone, le persone vivono grazie alle foche che cacciano loro stessi.


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA