Via libera dell'Ue a 50 milioni dell'Italia per l'economia del Friuli Venezia Giulia

Sostegno a favore di agricoltura, foreste, pesca e acquacoltura 

Redazione ANSA

BRUXELLES - La Commissione europea ha approvato le modifiche al regime italiano di aiuti di Stato, compreso l'aumento della dotazione finanziaria di 50 milioni di euro a sostegno dei settori agricolo, forestale, della pesca e dell'acquacoltura del Friuli Venezia Giulia nel contesto della guerra della Russia contro l'Ucraina, ritenendole in linea con il Quadro temporaneo di crisi, modificato il 28 ottobre 2022.

L'Italia - spiega la Commissione in una nota - ha notificato le modifiche al regime esistente per un aumento dello stanziamento complessivo di 50 milioni di euro, una proroga del periodo in cui possono essere concessi gli aiuti e un aumento dei massimali di aiuto per importi limitati di aiuto.

Secondo il regime italiano modificato, gli aiuti non supereranno i 250.000 euro per beneficiario attivo nella produzione primaria di prodotti agricoli, i 300.000 euro per beneficiario attivo nei settori della pesca e dell'acquacoltura e i 2 milioni di euro per beneficiario attivo in tutti gli altri settori e saranno concessi entro il 31 dicembre 2023.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."

Modifica consenso Cookie