Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

  1. ANSAmed.it
  2. Cronaca
  3. Siccità: Spagna, riserva idrica a livello più basso dal 1995

Siccità: Spagna, riserva idrica a livello più basso dal 1995

Ma gli ecologisti, cattiva gestione dell'irrigazione, ridurla

(ANSAMED) - ROMA, 10 AGO - La riserva idrica della Spagna è scesa in una settimana al 39,2%, il livello più basso dalla grande siccità del 1995, anno in cui furono imposte le severe restrizioni al consumo che portarono al crollo dell'agricoltura.

Le maggiori difficoltà per la mancanza di acqua vengono registrate in Galizia, Castiglia e León, Estremadura, Andalusia, Catalogna e Navarra. Lo riporta il Pais. Sei comunità hanno già subito tagli agli approvvigionamenti e ci sono altre aree in allerta. Il caldo, l'aumento della domanda e l'espansione dell'irrigazione aggravano la carenza.

Intanto gli ecologisti hanno chiesto al ministero spagnolo per la Transizione Ecologica e la Sfida Demografica (Miteco) di ridurre "sostanzialmente" l'irrigazione, poiché la siccità è dovuta alla "cattiva gestione e al consumo eccessivo di acqua" piuttosto che alla mancanza di pioggia. L'organizzazione ambientale Ecologists in Action ritiene "inaccettabile" che l'accesso all'acqua potabile sia reso difficoltoso per la popolazione mentre "si spende massicciamente per un'attività economica dedicata in gran parte esportare", come l'irrigazione.

Sebbene i bacini idrici spagnoli siano 20 punti percentuali al di sotto della media degli ultimi 10 anni, gli ambientalisti - scrive la Efe - ricordano che "la scorsa primavera ha piovuto il 12% in più della media". (ANSAmed).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Modifica consenso Cookie