ResponsAbilmente - ANSA2030 - ANSA.it

Chiesi, 3 milioni per dipendenti, pazienti e operatori sanitari

Redazione ANSA BOLOGNA

(ANSA) - BOLOGNA, 27 MAR - Chiesi Farmaceutici istituisce un fondo dedicato alle donazioni sul territorio italiano per un totale di 3 milioni. E' una delle nuove misure del gruppo internazionale focalizzato sulla ricerca, in risposta all'attuale pandemia di Covid-19. 
  Il fondo sarà destinato ad ulteriori iniziative che comprendono la donazione di dispositivi di protezione individuale, ventilatori polmonari e gel sanitizzante a seguito di richieste specifiche da parte di ospedali e enti. In aggiunta a questo fondo, in Cina e in Italia sono state effettuate donazioni dirette di farmaci per le malattie respiratorie agli ospedali in difficoltà. I dipendenti italiani hanno avuto inoltre l'opportunità di donare ore di lavoro “virtuali” ad una associazione parmigiana di volontariato attiva in supporto dell’emergenza. L’azienda ha convertito le ore di lavoro donate in donazione monetaria e il valore totale è stato quindi raddoppiato dal Gruppo Chiesi. In due settimane l'importo totale raccolto è di circa 70.000 euro. “Il nostro impegno costante ha un focus specifico sul miglioramento della qualità della vita dei nostri pazienti e collaboratori", commenta Ugo Di Francesco, CEO Gruppo Chiesi.

 “In quest’ottica, la nostra priorità è garantire la produzione e fornitura di farmaci salvavita agli ospedali, ai medici e ai pazienti che si affidano quotidianamente ai nostri medicinali. Come azienda farmaceutica, stiamo anche mettendo a disposizione la nostra esperienza, le risorse e materiali a supporto degli operatori sanitari a livello globale e stiamo cercando modi per aumentare la nostra capacità di farlo man mano che la situazione si evolve. Continuiamo a lavorare con tutti i nostri partner e gli enti locali, nazionali o regionali di tutto il mondo per assicurarci di poterli supportare al meglio delle nostre capacità." “Siamo onorati, come gruppo Chiesi, di poter fare la nostra parte in risposta alla crisi causata dalla pandemia. In Italia stiamo affrontando quella che può essere descritta solo come emergenza su scala nazionale. Stiamo aumentando le nostre iniziative per proteggere i nostri dipendenti e pazienti in questo momento, sono sempre stati e rimarranno la nostra prima priorità”, afferma Alberto Chiesi, Presidente del Gruppo Chiesi. "Sono profondamente orgoglioso dell'impegno quotidiano dimostrato dai nostri dipendenti in questo momento difficile e vorrei estendere il mio personale ringraziamento a tutti loro.”

Finora Chiesi Farmaceutici aderendo alla cabina di regia di Benessere Italia della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha donato 50.000 flaconi agli operatori dei trasporti pubblici, Dispositivi di protezione individuale per l'ospedale e ed i medici della provincia di Parma, respiratori per gli ospedali della provincia di Brescia, e collabora direttamente coi i medici di medicina generale per supportare l’attività sanitaria.  Il gruppo collabora inoltre  con le associazioni di medici di base su consulenza e orientamento, fornendo supporto per l'acquisto di attrezzature respiratorie negli ospedali che supportano i pazienti affetti da COVID-19 e ha stretto partnership con associazioni di volontariato locali per offrire donazioni in denaro o in materiali e constante supporto per identificare nuove aree di intervento.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA